Ubriaco guida contromano,
rischia di centrare una Volante:
ha violato zona rossa e coprifuoco

RAFFICA DI DENUNCE per un 30enne civitanovese, bloccato dopo un inseguimento a Fermo. Aveva lasciato l'auto a fari spenti e reclinato il sedile per simulare che non ci fosse nessuno all'interno. Ha rifiutato di sottoporsi all'etilometro, non aveva con sé la patente, i documenti di identità e la carta di circolazione del veicolo. Multato anche per aver violato il divieto di spostamento nell'orario non consentito e per essersi spostato senza giustificato motivo dal comune di residenza
- caricamento letture

 

Polizia-controlli-prostituzione-Fratte-Porto-SantElpidio-notte

 

Guida contromano e rischia di fare un frontale con l’auto della polizia. Inseguito, lascia la vettura a fari spenti e reclina il sedile, simulando che non ci fosse nessuno all’interno del veicolo. Non aveva con sé né documenti né carta di circolazione del mezzo, era alla guida in evidente stato di ebbrezza e ha rifiutato di sottoporsi all’etilometro. Nei guai un 30enne di Civitanova, multato anche per la violazione del divieto di spostamento senza giustificato motivo dal comune di residenza e per aver violato il coprifuoco. E’ successo ieri sera a Fermo. La Volante in servizio dopo l’entrata in vigore della zona rossa ha subito notato un veicolo in marcia fra i pochissimi presenti in giro. La vettura però procedeva lungo la corsia di sinistra e gli agenti hanno immediatamente pensato che il conducente potesse avere un malore. Coi lampeggianti hanno cercato di avvisare l’uomo alla guida che per un breve tratto è tornato sulla corsia di marcia, per poi riprendere a zigzagare pericolosamente. La volante ha rischiato anche di scontrarsi frontalmente con l’auto, tanto che gli agenti per evitare l’impatto sono saliti sul marciapiede per poi subito invertire la marcia e mettersi all’inseguimento dell’uomo alla guida. Rispetto al punto in cui era stato individuato gli agenti hanno trovato la vettura a qualche centinaia di metri, ferma e coi fari spenti lungo il ciglio della strada. Il conducente, identificato poi in un trentenne di Civitanova, aveva allungato il sedile sperando così di risultare invisibile per sottrarsi al controllo. I poliziotti lo hanno fermato e hanno proceduto alla sua identificazione. Risultava sprovvisto del documento di identità ed è stato condotto in Questura per la fotosegnalazione. Invitato a sottoporsi al test con l’etilometro, dopo una lunga discussione, il 30enne ha rifiutato. Per lui una collezione di denunce e multe: è stato denunciato per il rifiuto a sottoporsi all’alcoltest, reato che prevede anche l’arresto, e sanzionato amministrativamente per la guida in stato di evidente ebbrezza. Ulteriori sanzioni amministrative sono state elevate per la mancanza, al seguito, della patente di guida e della carta di circolazione del veicolo condotto. Al termine degli accertamenti e della redazione dei verbali, l’uomo è stato affidato ad un familiare chiamato in Questura mentre la vettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Infine, il 30enne è stato sanzionato per la violazione del divieto di spostamento senza giustificato motivo dal comune di residenza e per la violazione del “coprifuoco” notturno.

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X