Torna a casa dall’ospedale
dopo aver sconfitto il virus:
l’accoglienza è da stadio (Video)

PORTO RECANATI - Francesco, agente di commercio, era ricoverato dal 16 marzo. Applausi dai balconi per il suo rientro. La vicesindaca Rosalba Ubaldi: «Una intera comunità ha tifato per lui»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'accoglienza per il ritorno a casa di Francesco

 

Un grande e sentito applauso ha accolto ieri pomeriggio Francesco al ritorno dall’ospedale dove ha sconfitto il Covid-19. Familiari, vicini e condomini tutti affacciati dalle finestre a Porto Recanati ad attenderlo per un grosso abbraccio virtuale. Commuoversi è inevitabile guardando le immagini della comunità che si stringe ad uno dei suoi eroi per caso.

francesco_casa

Il ritorno a casa di Francesco

Francesco, agente di commercio, si è ammalato all’inizio dell’emergenza. Il 16 marzo è stato ricoverato in ospedale. Una persona ben voluta pieno di hobby e di passioni. Ieri finalmente il ritorno a casa in ambulanza e questa accoglienza che a molto colpito anche la vice sindaca di Porto Recanati Rosalba Ubaldi che ha commentato il video con un post su Facebook. «Ecco, una bella notizia, da incorniciare. Francesco è tornato a casa, con il sorriso di sempre, con la borsa dei ricordi sulle mani e con tanta gente ad aspettarlo. Quando è sceso, con le sue gambe, dall’ambulanza, ho faticato a reprimere la forte commozione. Poi si è affacciato al balcone ed ha salutato i vicini che dai balconi lo salutavano.

ConsiglioProvinciale_Insediamento_FF-4-325x295

Rosalba Ubaldi

Forse lui non ricorda come era partito e forse lui non sa quanta paura abbia avuto la sua famiglia e stasera forse non capiva fino in fondo il perchè di tanta sincera gioia di tutti. Una intera comunità ha trepidato e tifato per lui, vedendo in lui e nella sua battaglia, la battaglia delle migliaia di altre persone che hanno combattuto e stanno combattendo. Ma anche di chi non ce l’ha fatta. Ed è stato un applauso e lacrime di liberazione e gioia. Lui ce l’ha fatta ed è rinato alla vita. Nei prossimi giorni riuscirà a comprenderlo tra l’affetto della moglie e delle figlie. E assaporerà ancora di più la vita che lo attende. Bentornato Francesco, Bentornato tra noi. Bentornato a questa vita difficile, crudele, a volte assurda, fatta di persone, emozioni vere e dolori, ma è la nostra vita e da stasera anche, nuovamente, la tua. Bentornato e appena possibile un brindisi non ce lo leva nessuno». Francesco ha risposto alla vice sindaca in un commento. «Grazie Rosalba delle bellissime parole che mi ha dedicato e non nascondo (assolutamente no) che qualche lacrima di commozione mi ha bagnato il viso. È stata durissima e mi ritengo particolarmente fortunato per come poi sono riuscito a venirne fuori grazie sopratutto a tutto lo staff medico, infermieri e oss che mi hanno sempre coccolato e accudito nonostante l’enorme difficoltà di lavorare in quelle condizioni estreme. I nuovi angeli sono loro».

(Redazione Cm)

 

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X