«Produzione di mascherine,
riconversione degli artigiani
bloccata dai finanziamenti»

CORONAVIRUS - Il governo garantisce incentivi solo a progetti superiori a 200mila euro. A dirlo la Cna che segnala alcune piccole imprese che hanno deciso comunque di realizzare i dispositivi, che ancora scarseggiano
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
la-cucitura-delle-mascherine-dei-Mastri-pellettieri

Preparazione di una mascherina alla Mastri Pellettieri di Tolentino

 

«Incentivi per riconvertire le mascherine solo per investimenti a partire da 200mila euro, vengono escluse le realtà artigianali del nostro territorio e la burocrazia ha spento gli entusiasmi delle piccole imprese che volevano comunque provare ad accedervi». Così la Cna Macerata che sottolinea come a due mesi e mezzo dall’inizio dell’emergenza «ancora non ci sono mascherine disponibili per tutti e soprattutto non ce ne sono a sufficienza per il personale sanitario».

Manuela-Sagripanti-titolare-MANU77-650x488

Manuela Sagripanti, titolare di Manu77

La Cna finora ha ricevuto oltre 70 richieste da aziende del distretto calzaturiero, della pelletteria, da maglifici, da tappezzerie e da altre categorie «di riconversione della propria produzione per realizzare le introvabili mascherine. Ci siamo immersi, come associazione di categoria, in questo mondo fatto di norme, certificazioni e sistemi di gestione delle qualità. Ci siamo mossi immediatamente, anche prima dell’uscita formale del Decreto del 17 marzo, perché già da prima molte imprese per spirito di solidarietà volevano intraprendere questa strada e volevano avere le carte in regola per farlo. Sono stati previsti incentivi per la riconversione (sempre con il Decreto del 17 marzo) ma riguardano investimenti a partire da 200mila euro che escludono realtà artigianali del nostro territorio e, semmai qualche piccola impresa provasse l’azzardo, la burocrazia necessaria per accedervi ha raffreddato subito gli entusiasmi. Nonostante tutto, qualcuno ha deciso di andare avanti e ha avviato con coraggio questa indispensabile attività. Ne vogliamo segnalare 3 che ci sentiamo di ringraziare a nome di tutti: Mastri pellettieri e tappezzerie Gobbi di Tolentino, Sartoria Manu77 di Montecosaro».

le-mascherine-di-MANU77-488x650

Le mascherine di Manu 77

Fabiano-Gobbi-tappezzerie-Gobbi

Fabiano Gobbi, titolare della Tappezzerie Gobbi

il-team-di-tappezzerie-Gobbi-in-una-visita-del-Vescovo

Il vescovo in visita alal Tappezzerie Gobbi prima della crisi del Coronavirus

Giuliana-Bernardoni-e-le-collaboratrici-dei-Mastri-pellettieri

Giuliana Bernardoni e le collaboratrici di Mastri pellettieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X