Moriconi: «Penalizzati dalle due espulsioni,
deluso dai mugugni sugli spalti»

POST PARTITA - L'allenatore dell'Hr Maceratese giudica eccessivi i due rossi nel primo tempo che hanno indirizzato la partita, vinta per 2 a 0 dall'Azzurra Colli. Altra tegola, l'infortunio di Campana: «Credo si sia rotto tibia e perone». Sui tifosi: «La maggior parte ci ha incitato ma qualcuno ha insultato i ragazzi alla prima difficoltà. Bisogna ripartire tutti insieme per riportare questa squadra in alto»
- caricamento letture
HRMaceratese_Camerino-FF-6-325x280

Mister Francesco Moriconi

 

di Salvatore Mastropietro

Un inizio in salita per l’HR Maceratese, uscita sconfitta per 2-0 sul campo dell’Atletica Azzurra Colli nella prima partita del campionato di Promozione (leggi la cronaca). Una prestazione negativa condizionata pesantemente dalle decisioni dell’arbitro Serenellini, che ha espulso nella prima frazione i biancorossi Arcolai e Capparuccia. Nell’analisi a fine gara mister Francesco Moriconi ha evidenziato alcune difficoltà incontrate dalla sua squadra, dicendo la propria anche sui due episodi sopracitati: «Avevo già messo in conto qualche difficoltà, dato che le condizioni climatiche e del campo non ci permettevano di sfruttare caratteristiche come la velocità e l’ampiezza. Ci siamo fatti sfuggire qualche situazione, pensavo di riuscire a portare il risultato sullo 0-0 all’intervallo per poi attuare qualche accorgimento. Purtroppo, però, l’arbitro alla prima partita di Promozione ci ha messo un po’ del suo. Personalmente – ha dichiarato il tecnico portorecanatese – credo non ci fossero le due espulsioni. Il secondo rosso ci ha dato la mazzata definitiva, poi nel secondo tempo in nove i ragazzi ci hanno messo tanto impegno ed abbiamo evitato di subire altre reti. Vorrei ricordare che sull’1-0 abbiamo avuto l’occasione per pareggiarla con Campana che ha colpito il palo. Sempre Campana, tra l’altro, credo si sia rotto tibia e perone. Un altro elemento per poter dire che questo campionato inizia in salita viste le tante assenze».

hr-maceratese-azzurra-colli1-325x244

I giocatori della Maceratese a fine partita a colloquio con alcuni tifosi

Moriconi ha posto poi l’accento sulla questione tifosi e ha ammesso di non aver gradito qualche “mugugno” di troppo dagli spalti: «Vorrei ricordare ancora una volta il fatto che abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi per risalire subito. La maggior parte ci ha incitato sempre, ma sono stato deluso da qualche mugugno anche alla prima difficoltà. Questo è un campionato difficile, lo conosco più delle mie tasche, e bisogna ripartire tutti insieme per riportare questa squadra in alto. Ci sono ragazzi giovani e qualche insulto di troppo dagli spalti potrebbe mandarli in confusione. Chiedo scusa se ho risposto anche a qualcuno, ma non è il caso di alzare i toni dopo soltanto la prima gara».

Di diverso avviso, per quanto riguarda gli episodi arbitrali, il tecnico dei padroni di casa Daniele Fanì: «Sono state due ingenuità dei loro due giocatori più esperti, credo abbiano sbagliato entrambi. Specialmente quella di Capparuccia penso fosse evidente. I miei ragazzi, invece, non hanno detto una parola con l’arbitro e hanno pensato solo a giocare. Questo deve essere lo spirito. Sono contentissimo della prestazione, abbiamo corso insieme e siamo stati vicini nei reparti come una vera squadra».

Pirelli sgonfia la Maceratese, esordio flop a Colli del Tronto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X