Il ruggito dei tifosi biancorossi:
lo spirito non si è mai spento

SOMMA ALGEBRICA - Nonostante l'anno senza calcio e la diffidenza iniziale nei confronti del progetto del presidente Crocioni, il boato dell'Helvia Recina dopo il gol di Bigoni contro la Civitanovese è un messaggio di speranza
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

I DECIBEL D’ENTUSIASMO (+) con cui il pubblico “pistacoppo” ha festeggiato la straordinaria conclusione del derby con la Civitanovese, mi hanno riportato alla mente un episodio quasi simile accaduto nel pomeriggio di una domenica novembrina di alcuni anni fa.

ESATTAMENTE IL 15 NOVEMBRE 2009, nel finale di un incontro, ugualmente di campanile (+), fra i biancorossi di Porro e la Fermana (serie D). I primi in inferiorità numerica per due espulsioni.

IL RUGGITO con cui gli spettatori maceratesi, di allora, festeggiarono il gol del pareggio di Ramadori (+) minacciò di far crollare la tribuna dell’Helvia Recina.

maceratese-civitanovese-2-325x217

L’esultanza dei tifosi biancorossi dopo il gol di Bigoni

PARIMENTI AL RISCHIO CORSO domenica scorsa, in ispecie all’atto del raddoppio di Bigoni (+).

DUNQUE LINEA DI CONTINUITA’ D’UN DECENNIO che probabilmente dimostra come lo spirito biancorosso non si sia spento (+++). Malgrado tutto.

INFLUENZATA PERO’ DALLA DIFFERENZA (-) fra il campionato nazionale dilettanti dell’epoca e l’attuale, di secondo livello regionale.

LA RIFLESSIONE RICONDUCE ALLA REALTA’ ODIERNA. Che il miracolo di domenica rende più digeribile (+), ma certamente non cancella.

NULLA PERO’ VA TOLTO ai meriti (+) di chi, come il presidente Crocioni ed i suoi collaboratori, ha resuscitato la Rata e sta riportando pubblico allo stadio.

SIA PURE, nella circostanza, con il conforto della magia del derby a tutto tondo (+).

MacerataHR_Civitanovese_FF-12-325x216

La gioia del presidente Alberto Crocioni

IL CUI MESSAGGIO è la speranza di tempi migliori (+). Realizzabile se capitalizzato con investimenti integrativi fuori target, certamente condizionati dall’incredibile serie di infortuni (l’ultimo quello di Foglia), però stavolta consigliati pure da un contesto incentivante.

ANCHE LE SQUALIFICHE stanno avendo la loro incidenza. Esempio: rientra Arcolai a ricomporre con Capparuccia la coppia centrale della difesa, se ne andrà Severoni per l’espulsione del secondo tempo.

NE SOFFRIRA’ IMMENSAMENTE IL CENTROCAMPO (-), sabato prossimo a Camerino.

MORICONI MI HA QUASI INTENERITO in sala stampa, durante le interviste del dopo derby. Quando ha giustamente sottolineato l’oggettiva difficoltà di attrezzare un minimo di reparto (-). Perdurando le assenze del figlio e di Campana, e la necessità di confermare in terza linea Bigoni a causa dell’infortunio di Brugiapaglia.

E’ CHIARO CHE LA SOCIETA’ deve pretendere dai suoi giocatori il rigoroso rispetto della disciplina in campo (+).

MacerataHR_Civitanovese_FF-10-325x216

La gioia di mister Moriconi e dei suoi giocatori a fine partita

PUR SE IL GOL DEL VANTAGGIO DELLA CIVITANOVESE avrebbe scosso i nervi anche di un santo.

MI HA RACCONTATO ARCOLAI: «la posizione di Compierchio era irregolare. Il guardialinee interessato all’azione lo ha ammesso di fronte all’arbitro, ma ha aggiunto che il pallone era stato toccato da un mio compagno, prima che arrivasse sui piedi dell’attaccante rossoblù. Io non ho visto deviazioni,….in ogni caso occorre che la giocata sia intenzionale, non casuale, per far proseguire l’azione».

L’EPISODIO E’ SERVITO COMUNQUE A DAR TONO (+) ad un derby fino a lì piuttosto sonnolento.

LA CIVITANOVESE L’HA INCASELLATO (-) con la sicurezza dell’impresa già conquistata, senza insistere per assestare il colpo del kappaò ad avversari in grossa difficoltà. Supportata da una valenza tecnica migliore in mezzo al campo, oltreché, ovviamente, dalla superiorità numerica.

maceratese-civitanovese-2-1-325x216LA RABBIA DELLA DISPERAZIONE è stata invece la reazione vincente dei biancorossi (+).

IN MEZZO PERO’, determinanti, due …dormite rossoblù sui gol di Mongiello e Bigoni. I quali, alternandosi abilmente nei ruoli di suggeritore e di realizzatore, hanno preso il tempo alla difesa rossoblù. Puntualemte sulla fascia destra.

NELL’INDIFFERENZA della panchina rivierasca (-).

ECCO COME POSSONO NASCERE i “miracoli” calcistici.

 

Civitanovese avanti con De Filippis «Sono pronto a rialzarmi»

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X