Ncd: “L’apertura di Lorena Polidori
dà speranza a tutto il centrodestra”

MACERATA VERSO LE ELEZIONI - La bocciatura della candidatura Pantana da parte della coordinatrice provinciale di Forza Italia viene accolta con entusiasmo dai responsabili del partito (Massi, Mincio e Arzilli): "Riteniamo giusta la proposta di un azzeramento di tutte le posizioni attuali per la ricostruzione di un tavolo di tutto lo schieramento. E' fondamentale coinvolgere le vere liste civiche"
- caricamento letture

polidori lettera  pantana

“Le preoccupazioni e i rilievi di Lorena Polidori sono fondati su fatti obiettivi. Per unire il centrodestra occorre uno sforzo di apertura e dialogo superando posizioni autoreferenziali”. Il Nuovo Centrodestra accoglie con soddisfazione la lettera aperta con cui la coordinatrice provinciale di Forza Italia ha chiesto a Deborah Pantana di ritirare la sua candidatura a sindaco per non essere riuscita ad aggregare le forze moderate attorno al suo nome (leggi l’articolo). Al momento le segreterie regionale e provinciale di Forza Italia non hanno nessuna intenzione di dare il simbolo del partito alla Pantana che al momento ha dalla sua il coordinamento comunale che ieri ha risposto chiedendo le dimissioni della Polidori (leggi l’articolo). Ncd è una delle principali forze politiche che da tempo sta caldeggiando una coalizione di centro proponendo la candidatura a sindaco a Maurizio Mosca, ex presidente della Maceratese.

“Registriamo con soddisfazione gli interventi e le equilibrate riflessioni di Fabrizio Nascimbeni della lista Macerata nel Cuore (leggi l’articolo) e di Lorena Polidori coordinatrice provinciale di Forza di Italia”, scrivono  Francesco Massi (coordinatore regionale Ncd) Gabriele Mincio (coordinatore provinciale) e Barbara Arzilli (coordinatore comunale).

Gabriele Mincio, coordinatore provinciale di Ncd

Gabriele Mincio, coordinatore provinciale di Ncd

“Condividiamo l’analisi ed il ragionamento che hanno espresso. Infatti i dati che riteniamo oggettivi e inconfutabili sono i seguenti:

1. I rappresentanti delle liste che hanno svolto il ruolo di opposizione insieme a Deborah Pantana, in questi cinque anni, non si sono aggregati alla proposta di alternativa che Deborah Pantana ha lanciato fin da settembre.

2. Il tempo c’è stato e anche noi di Ncd abbiamo atteso con fiducia che le diverse liste civiche presenti in consiglio comunale convergessero serenamente nell’aggregazione moderata.

3. Rispettiamo totalmente i cittadini indipendenti che hanno dichiarato, fino ad oggi, di voler costituire alcune liste civiche affianco di Deborah Pantana. Tuttavia abbiano verificato che la promozione di tale liste proviene da persone ed attivisti già schierati ed inseriti in Forza Italia e nel centrodestra.

4. Pertanto è chiaro che essi, in buona fede, non garantiscano un valore aggiunto congruo e sufficiente alla base elettorale del centrodestra. Ci permettiamo di suggerire, in proposito, il metodo Tolentino dove le liste civiche hanno consentito di erodere consenso anche nell’area di centrosinistra portando alla vittoria di Giuseppe Pezzanesi.

5. Tutto questo ha fatto registrare uno schieramento che è diminuito rispetto a quello che aveva appoggiato Pistarelli nel 2010 e rispetto a tutto lo schieramento di opposizione di questi cinque anni. L’unica aggregazione in più è stata quella di Casa Pound che, sinceramente, non ci sembra in grado di esaltare, motivare ed aggregare consenso di centro o quei delusi del centrosinistra che potrebbero convergere verso di noi.

6. La proposta della Polidori per un azzeramento di tutte le posizioni attuali e per la ricostruzione di un tavolo di tutto lo schieramento alternativo è appropriata ed opportuna. Solo così potremo con la necessaria credibilità lanciare un appello a quei moderati, riformisti, cattolici e laici che non si ritrovano sulla posizione del Pd di Macerata”.

(m. z.)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X