Palas, il centrodestra:
“Non è adatto al calcio a 5”

CIVITANOVA - Secondo i consiglieri di minoranza la struttura non è idonea nemmeno per la pallamano né il basket internazionale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il rendering del nuovo Palas a Civitanova

Il rendering del nuovo Palas a Civitanova

“Le prescrizioni del Coni sulla realizzazione del palazzetto, ci impongono nuovamente di richiedere al sindaco e alla Giunta, di rivedere l l’ubicazione e la progettazione dell’opera”. Fabrizio Ciarapica, consigliere d’opposizione, a poche settimane dalla data di consegna della fiera e a lavori iniziati sul palas torna sull’opera pubblica e sottolinea alcune limitazioni previste dal Coni che non consentirebbe lo svolgimento di gare internazionali di basket all’interno della nuova struttura o di pallamano o calcio a 5. “Il Coni infatti, oltre a diverse prescrizioni per le quali bisognerà valutare la fattibilità – dice Ciarapica – vista la vicinanza di altri edifici, autorizza l ‘utilizzo del palazzetto a livello internazionale solo alla pallavolo e per 4000 posti circa, mentre limita a 3000 posti e solo nazionali l’utilizzo per la pallacanestro. Esclude poi la palla mano ed il calcio a 5, dove Civitanova invece, vanta realtà importanti, che da tempo chiedono spazi adeguati per potere volgere la loro attività. Non riusciamo a comprendere quindi, l’ostinazione del sindaco di voler costruire a tutti i costi il palazzetto attaccato alla fiera, realizzando una struttura, che nonostante i 7,2 milioni di euro, non risponde alle esigenze del territorio, oltre che a pregiudicare per sempre, l’ampliamemto della fiera, qualora ci siano le possibilità ed il bisogno”.

(l.b.)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X