Intercettare i fondi del Pnrr,
tre Comuni si uniscono
per puntare ad oltre 2 milioni di euro

UNIONE - Pioraco, Sefro e Fiuminata insieme, il filo conduttore sono le acque del fiume Potenza con le attività naturalistiche e culturali che fanno da sfondo alla vita secolare delle comunità locali, puntando alla valorizzazione turistica della zona
- caricamento letture

 

matteo-cicconi-e1590770009375-325x262

Matteo Cicconi, sindaco di Pioraco

di Monia Orazi

Lo scorrere del fiume e le attività secolari legate alla troticoltura di Sefro, alla realizzazione della carta, i resti degli antichi laghi di Pioraco e Fiuminata: sono questi i presupposti del progetto congiunto che i tre enti hanno presentato per la linea B del Pnrr che promuove l’attrattività dei borghi storici fino a cinquemila abitanti, che potrebbe ottenere un finanziamento complessivo di oltre due milioni e 550mila euro. Il filo conduttore dell’ambizioso progetto associato sono le acque del fiume Potenza, che si uniscono a quelle dello Scarzito suo affluente, con le attività naturalistiche e culturali che fanno da sfondo alla vita secolare delle comunità locali. La finalità è quella della valorizzazione turistica della zona, rendendo fruibile il lungo fiume, unendolo con percorsi dedicati alle strutture culturali e sportive presenti nei tre centri.

Pietro-Tapanelli-e1607099652597-325x294

Pietro Tapanelli, sindaco di Sefro

Spiega Matteo Cicconi sindaco di Pioraco: «Abbiamo pensato Pioraco come hub culturale, con la riqualificazione del polo museale e del lungofiume con tutte le sue attività, con i Vurgaccitti l’area dietro al circolo ricreativo, con finalità naturalistiche ed escursionistiche. Il progetto è stato presentato con Fiuminata, quale comune capofila, unitamente a Sefro, per rafforzare ancora di più le attività del nostro comprensorio turistico». Il contributo massimo ottenibile dai tre comuni associati è di 2 milioni e 560 mila euro.

Felicioli_BancaMacerata_Fiuminata_FF-3-325x217

Vincenzo Felicioli, sindaco di Fiuminatae

Un altro bando vede il comune di Pioraco concorrere ai fondi Pnrr gestiti dal ministero dell’interno e quello dell’economia, per la rigenerazione urbana e la riqualificazione di strutture pubbliche. La città della carta ha presentato un progetto per la riqualificazione degli impianti sportivi in località Piè Di Gualdo. «L’obiettivo finale è quello di realizzare la cittadella dello sport – aggiunge Cicconi – in particolare per questo bando a cui prendiamo parte con altri comuni, insieme al comune di Matelica capofila, abbiamo presentato un progetto per riqualificare le tribune, gli spogliatoi e l’intera area del campo sportivo». Matelica per riqualificare gli impianti sportivi ha presentato un progetto da due milioni di euro, da 530mila euro Esanatoglia, Fiuminata e Pioraco, da 480mila euro Gagliole e Muccia.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X