«Impianto per produrre idrogeno
usando i fondi del Pnrr»

MACERATA - La proposta della consigliera Elisabetta Garbati, presentata con un ordine del giorno. L'idea sarebbe di affidare alla Snam la realizzazione della struttura, da posizionare nell'area di Valleverde
- caricamento letture
Garbato_FF-13-650x434

Elisabetta Garbati

 

Un impianto di produzione dell’idrogeno da realizzare a cura della Snam nell’area di Valleverde con i fondi del Pnrr. E’, in sintesi, l’idea di fondo di un ordine del giorno presentato dalla consigliera comunale di Macerata Rinnova Elisabetta Garbati.

Fatta la premessa, la consigliera Garbati ritiene che Valleverde risponda ai requisiti appena indicati di area industriale dismessa e argomenta: «Il nostro territorio presenta la zona industriale Valleverde già attrezzata in tutta la sua funzionalità che non è mai partita come vera zona industriale, vista la crisi di investimenti che attraversa il Paese nel costruire nuovi stabilimenti. Tale zona industriale è completa di servizi e di grande viabilità con due fiumi posizionati in due grandi vallate che insieme sboccano nello stesso tratto di mare nella provincia di Macerata, favorendo il suo portafoglio di tecnologie nei più svariati ambiti dall’upstream al downstream, dalle rinnovabili alla salvaguardia ambientale fino alla sicurezza. Per la presenza sul nostro territorio di università prestigiose ed istituti tecnici di alto livello come l’Ipsi, il Centro di produzione di idrogeno oltre a fungere da impianto di produzione, può essere di grande utilità come già in altri centri d’Italia per l’acquisizione di competenze formative, con la possibilità di sviluppo di vari progetti di ricerca e sviluppo. La Snam – Società nazionale azienda metanodotti – è una delle aziende Italiane più importanti a livello di infrastrutture energetiche nel mondo che sta puntando moltissimo sull’idrogeno». 

Infine l’appello al sindaco Sandro Parcaroli «a valutare l’opportunità di proporre alla Regione investimenti sulle energie alternative nelle zone dismesse o mai utilizzate del comune di Macerata, come ad esempio la zona Valleverde, che comporterebbe anche creazione di nuovi posti di lavoro ed impiego per progettualità e ricerca dell’Università e degli istituti tecnici come l’Ipsia di ottimo livello tecnico. A valutare eventualmente la possibilità di coinvolgere nel progetto territoriale prestigiose aziende del settore come la Snam».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X