Pnrr sanità, Saltamartini illustra il piano
Silenzio tra i sindaci dei Comuni più grandi

AREA VASTA 3 - Investimenti sugli ospedali di comunità, sulle Case della comunità e sui Centri operativi territoriali. Leonardo Catena (Montecassiano) critica tempi e metodo
- caricamento letture
filippo-saltamartini-daniela-corsi

Filippo Saltamartini e Daniela Corsi

 

di Luca Patrassi 

Annullata la settimana scorsa, riconvocata con un giorno di preavviso: si è svolta finalmente oggi pomeriggio la riunione a due – i vertici dell’Asur, c’erano la dg dell’Asur Nadia Storti e la direttrice dell’Av3 Daniela Corsi, hanno svolto un ruolo di osservazione – tra assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini e i sindaci dei Comuni inseriti nell’Area Vasta 3.

La Regione, a una decina di giorni dalla scadenza dei termini per la presentazione del piano, ha illustrato i contenuti maceratesi degli investimenti sanitari in tema di Pnrr. In sostanza investimenti sugli ospedali di comunità (Corridonia e Treia), sulle Case della comunità (Recanati, Civitanova, Macerata, San Severino, Camerino, Corridonia e Treia) e sui Centri operativi territoriali (Civitanova, Macerata e Camerino). L’assessore Saltamartini ha illustrato le finalità dell’operazione, che sarà varata entro la fine del mese, sottolineando ancora una volta di aver trovato una sanità ai minimi termini, carente nelle strutture e nelle risorse umane: silenti i sindaci di alcuni dei Comuni più grandi della provincia (Macerata, Civitanova, San Severino e Tolentino, ad intervenire sono stati diversi primi cittadini e tra questi i rappresentanti di Matelica, Montecassiano, Montefano, Monte San Giusto, Recanati, Montecosaro, Sant’Angelo in Pontano, Pollenza, Visso e Fiuminata. Quindici i milioni che saranno impegnati in tutte le strutture dell’Area Vasta 3.

Montecassiano_Catena_FF-19-325x217

Leonardo Catena, sindaco di Montecassiano

Dice il sindaco di Montecassiano Leonardo Catena: «Rimango sorpreso dalla tempistica di convocazione, avremmo preferito di avere tempo per analizzare la proposta della Regione e dare un contributo. A Montecassiano hanno portato via l’Hospice di notte tra Capodanno e l’Epifania e portato un altro servizio senza darci alcuna comunicazione formale o informale. Ho chiesto quale fosse la loro progettualità per l’ospedale di Montecassiano e non mi hanno saputo rispondere: hanno speso diversi milioni di euro per la ristrutturazione e oggi.. Ho chiesto di sapere come pensano di organizzare l’integrazione sociosanitaria e non ho avuto risposta. Il metodo di lavoro mi pare sbagliato».

Per Macerata ha parlato il consigliere delegato alla sanità, e medico dipendente dell’Av3, Giordano Ripa che ha detto di apprezzare l’intervento della Regione sugli ospedali di comunità. Il sindaco di Matelica Massimo Baldini commenta: «Incontri sono sempre utili dando la possibilità di conoscere i progetti. I lavori si stanno eseguendo anche a Matelica. La Regione sta portando avanti un lavoro di distribuzione capillare della sanità nel territorio, servizi sanitari che siano vicini ai cittadini».

Pnrr sanità, «il piano è pronto» Assemblee con i sindaci

«Rischiamo di perdere i fondi per la sanità, Regione rimedi agli errori di Saltamartini»

«Pnrr e sanità, nelle Marche si naviga a vista: dei progetti non si sa quasi niente»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X