Massini, il primo millennial
a segno in biancorosso

SOMMA ALGEBRICA - Il 17enne, protagonista della vittoria della Maceratese in casa dell'Atletico Ascoli, ha dimostrato di non essere il rimpiazzo di La Cava ma di meritare il ruolo di titolare a tutti gli effetti
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

STAVOLTA IL RAGAZZINO ha fatto centro (+).

ED E’ IL PRIMO BIANCOROSSO nato nell’attuale millennio ad esserci riuscito (+).

E’ STATO MASSINI (+), giovanissimo studente 2001 al terzo anno di ragioneria, a scagliare il rasoterra che, sabato scorso, ha fatto secco Albertini, il portiere dell’Atletico Ascoli.

CREANDO COSI’ LE LE PREMESSE d’un bel pomeriggio finalmente anche per l’HR Maceratese (+).

CERTO ANCHE TRIBOLATO, per l’immancabile disattenzione della difesa biancorossa nel finale (-).

MA BATTERE A DOMICILIO L’ATLETICO ASCOLI (+) valeva sicuramente la pena di soffrire spasmi d’ansia negli ultimi minuti d’attesa del triplice fischio di fine match dell’arbitro.

tommaso-massini

Tommaso Massini

EVENTO PROPIZIATO APPUNTO DA MASSINI (+) che, nella circostanza, ha saputo sostituire l’ardimento di un tiro dalla media distanza alla nonchalance (ma forse timidezza) con cui, qualche tempo prima, all’Helvia Recina, aveva banalmente fallito la messa in sicurezza della vittoria contro l’Atletico Centobuchi.

UN AUTOREVOLE RECUPERO DI PERSONALITA’(+), forse dovuto all’impulso della gioventù, o forse a qualche…paternale nel frattempo piovuta dall’alto, oppure alla sensazione che, con quella improvvisazione dal limite dell’area avversaria, avrebbe potuto far male all’analogo under schierato in porta – forse con eccessivo coraggio – da Filippini, l’allenatore degli ascolani.

UNITO ALLA GRANDE SODDISFAZIONE di aver dimostrato di meritare il ruolo di titolare a tutti gli effetti (+). Quindi in campo non solo come occasionale rimpiazzo di La Cava, troppo frettolosamente “tagliato”, ma per proprie capacità(+).

maceratese-2-325x182

La Maceratese festeggia la vittoria contro l’Atletico Ascoli

CHE OVVIAMENTE NON SONO QUELLE DEL PUNTERO…..semprechè le possegga ancora il suo predecessore umbro (-), nonostante il recente, gratificante salto di categoria con lo Spoleto.

LE PECURIALITA’ DI MASSINI sono invece guizzo, velocità e movimento. Che spesso lo fanno trovare al posto giusto nel momento opportuno (+).

COM’E’ ACCADUTO DUE ALTRE VOLTE, nella ripresa dell’incontro al “Picchio Village”(+).

NELL’INTELLIGENTE ALIMENTAZIONE del raddoppio di Mongiello in avvio di ripresa (+) e, poco dopo, nella ribattuta a fil d’erba del pallone respinto dal palo della porta ascolana su precedente conclusione di Severoni (-).

SAREBBE STATO IL GOL DEL DEFINITIVO 3-0, se il braccio di un difensore avversario non avesse intercettato il pallone sulla linea bianca. Fallo da rigore, con conseguente cartellino rosso, incredibilmente sfuggito all’arbitro (-).

MASSINI PERO’ LA SUA DOMENICA DI GLORIA se l’era già costruita!(+).

Hr Maceratese interrompe il digiuno, tre gol e tre punti al Picchio Village

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =