Carlo Alberto Conti


Utente dal
7/8/2013


Totale commenti
35

  • Pokerissimo al Legnago,
    il Matelica guarda in alto (Foto)

    1 - Mar 8, 2021 - 10:58 Vai al commento »
    E domenica c'è Matelica-Padova. Magari si fa un favore al Perugia del grande Federico Melchiorri!!
  • Slitta il rientro in aula per le superiori
    «Scuole chiuse per tutto gennaio»
    In arrivo l’ordinanza di Acquaroli

    2 - Gen 5, 2021 - 9:40 Vai al commento »
    Dall'articolo. "I numeri evidenziano un segnale di ripresa del contagio che va frenato". Ma se le scuole sono già chiuse da 2 mesi da cosa dipende questo aumento? Dalle scuole già chiuse? Ma andate a vedere dove si hanno più contagi e intervenite in quelle situazioni!
  • Regione, in arrivo ordinanza
    per la didattica a distanza
    nelle scuole superiori

    3 - Ott 22, 2020 - 21:51 Vai al commento »
    Se alcuni studenti si sono presi il Covid, non è sicuramente a scuola che è accaduto, perché, tra tutti i posti che frequentano, è certamente il più sicuro. E' fuori dalla scuola, in tutti i posti in cui possono aggregarsi, quasi sempre senza mascherina e distanza di sicurezza, che è più facile infettarsi ed infettare. E se li lasciamo a casa la mattina, con la didattica a distanza, non possiamo certo negare loro di uscire il pomeriggio o la sera a meno che li chiudiamo a chiave in camera loro! Secondo me hanno fatto bene i Dirigenti a salvaguardare finché era possibile, la didattica in presenza perché, nonostante tutte le belle parole spese al riguardo, la cosiddetta DAD non ha funzionato bene per tutti come dimostrano le promozioni avute quest'anno anche con 8/9 insufficienze gravi. Chiaramente adesso, alternata alla didattica in presenza, farà meno danni, ma è uno strumento che solamente i ragazzi più responsabili e maturi sanno apprezzare e utilizzare al meglio, mentre chi grazie ad essa è riuscito a salvarsi l'anno scorso, cercherà di approfittarne anche quest'anno. Sono d'accordo tuttavia con il fatto che da adesso in poi avremo mezzi di trasporto meno affollati e quindi meno possibilità di contagio, che comunque ribadisco, con distanza di sicurezza e mascherine si può ridurre quasi a zero.
  • Ripartono i dilettanti, Cellini:
    «Confermato il format dei campionati
    Protocollo da seguire alla lettera»

    4 - Ago 22, 2020 - 17:31 Vai al commento »
    Mi auguro vivamente, per il Signor Cellini, ma in realtà per tutti noi, che i prossimi campionati di Eccellenza e Promozione, che inizieranno non prima di fine settembre o inizio ottobre, strutturati su 34 giornate, non subiranno mai alcuna interruzione o sospensione per causa del Covid 19. Partendo infatti in considerevole ritardo rispetto agli anni precedenti, prevederanno per forza di cose molti turni infrasettimanali per poter terminare la regular season in tempi accettabili. Sarebbe pertanto complicatissimo inserire in un tale affollato calendario delle partite di recupero. La soluzione prospettata invece da molte società, nonché condivisa pienamente dal sottoscritto, di due gironi di Eccellenza di 12 squadre avrebbe comportato in tutto 22 turni e quindi non si sarebbe mai fatto ricorso a partite infrasettimanali (tra l'altro molti giocatori lavorano anche per cui avranno difficoltà a giocare tali incontri e un eventuale rinvio di alcune partite sarebbe stato risolto in maniera molto più semplice. Inoltre si sarebbero accontentate alcune piazze di città importanti quali Macerata e Civitanova Marche, che avrebbero avuto le loro squadre ripescate nel massimo torneo dilettantistico marchigiano. Per non parlare poi che due gironi di Eccellenza avrebbero anche accorciato di molto le trasferte delle varie squadre, evitando per esempio a quelle ascolane di recarsi nel pesarese e viceversa. I gironi di Promozione di conseguenza sarebbero stati meno affollati e quindi con meno partite da giocare. Una soluzione quindi piuttosto logica che avrebbe accontentato molti e risolto anche altri problemi ma evidentemente spesso le soluzioni più semplici e logiche lasciano il tempo che trovano
  • Ripescaggi, la situazione delle maceratesi
    Ecco lo staff tecnico della Civitanovese

    5 - Lug 29, 2020 - 16:57 Vai al commento »
    Ma che senso ha quest'anno, confermare l'eccellenza con un girone unico a 18 squadre, con 34 giornate complessive? Il campionato inizierà non prima di Ottobre e questo significherà un sacco di turni infrasettimanali, in un periodo tra l'altro in cui l'emergenza Covid non sarà probabilmente ancora terminata. Se invece si facessero 2 gironi da 12 squadre, come vogliono giustamente molte società, le giornate per girone sarebbero solamente 22 e quindi iniziando ad Ottobre per Aprile si finirebbe la Regular Season, senza alcun turno di mercoledì o giovedì, e si potrebbero fare subito dopo playoff e playout. Inoltre con due gironi Nord e Sud le trasferte sarebbero ancora più brevi! Purtroppo anche in questo caso, le soluzioni più logiche e razionali non vengono recepite da chi di dovere!
  • I sei problemi della Maceratese
    che Nocera deve risolvere

    6 - Gen 23, 2020 - 21:46 Vai al commento »
    Ringrazio il Sig. Scattolini, che ha perfettamente capito il senso del mio intervento, per la risposta data al Sig. Ponzelli, che probabilmente non lo ha afferrato. Qui non si tratta di Promozione o Serie C (ho seguito i biancorossi nei 2 anni di Lega Pro praticamente in ogni trasferta e posso assicurare che non tutti gli stadi erano all'altezza di quel campionato).E' solamente che il campo sportivo di cui ho parlato nell'articolo, può essere considerato ai limiti della decenza! Basta pensare che a pochi km di distanza dal capoluogo treiese, la frazione di Chiesanuova dispone di un campo sportivo (che ci ha ospitato 2 domeniche fa) con tanto di tribuna per i locali e una gradinata tutto sommato abbastanza capiente considerata l'utenza, per gli ospiti, con i relativi servizi.
    7 - Gen 21, 2020 - 21:42 Vai al commento »
    Approfitto della Rubrica settimanale curata come sempre con grande competenza dal Sig. Scattolini, per informare chi non è stato presente a Treia, delle condizioni dell'impianto locale che ha ospitato i tifosi ospiti, tra i quali il sottoscritto. Ebbene, noi tifosi della Rata, a fronte del "modico"costo del biglietto di 10€, siamo stati sistemati in un greppo sopra una delle due porte, senza una panchina o qualsivoglia posto a sedere, ma in piedi sotto le piante con lo spazio sufficiente si e no a stare in piedi senza neanche poter aprire l'ombrello senza danneggiare la visione della partita degli altri spettatori. Poi nel corso dell'intervallo alla mia richiesta di dove avrei potuto trovare un servizio igienico, all'entrata del campo sportivo, dove si vendevano i biglietti, mi è stato letteralmente riferito: "guardi se va sulla strada principale, sulla destra trova un bar e se vuole e ha fame si può anche comprare un cornetto"!!!Ma per omologare un impianto non è necessaria l'esistenza di un minimo di servizi? L'anno scorso a Monte Urano non ci hanno riservato solamente 50 biglietti perché la struttura non era omologata per un numero di spettatori superiore? Ma almeno lì c'era una gradinata, mica una fitta boscaglia di alberi con un sentierino largo un metro che la attraversava! E i servizi igienici non mancavano! Poi, tanto per citare un recente episodio, a Loreto non abbiamo potuto giocare e siamo dovuti andare a Camerano in una struttura che tuttavia in confronto di quella treiese potrebbe essere paragonata al Maracanà di Rio de Janeiro! Per ultimo, concludo, chiedendomi e chiedendo a chi di dovere come sia possibile far disputare incontri in tali campi sportivi con tanto di corrispettivo economico.
  • Maceratese, quale futuro?
    Crocioni riflette in silenzio

    8 - Mag 6, 2019 - 21:57 Vai al commento »
    Sono un “vecchio” tifoso della Maceratese sin dai tempi di Pagliari e Morbiducci (di cui sono anche coetaneo) e anche prima (Sentimenti, Salvi, Mattiacci , tra l’altro mio collega a scuola, Esposto, sono tutti ben presenti nella mia memoria). Negli ultimi anni poi ho seguito la Rata ancora più assiduamente con trasferte abbinate a visite culturali in mezza Italia (Pisa, Lucca, Ferrara, Modena, Parma, Venezia ecc) per cui è stato molto triste vedere quest’anno i nostri giocatori impegnati, con tutto il rispetto per gli avversari, in campi quali Marina Palmense, Campiglione, Montecosaro, Chiesanuova, Montalto, Centobuchi ecc. Sono uno anche di quei tifosi che si è abbonato all’inizio del campionato per fare sentire al Presidente Alberto Crocioni, che conosco personalmente, l’affetto e la vicinanza di una parte della tifoseria che ha creduto nell’unico progetto concreto per la rinascita del calcio biancorosso. Purtroppo le cose non sono andate come tutti speravamo: abbiamo iniziato con una sconfitta in terra ascolana a Colli del Tronto, terminando la gara in 9 e l’abbiamo conclusa a pochi km di distanza sempre sconfitti e ancora con 2 uomini in meno. Ho letto diversi commenti riguardo la deludente stagione appena conclusa, nessuno dei quali benevoli nei confronti del Presidente e della società. Io, tuttavia, non me la sento di criticare l’unica persona che ha fatto qualcosa di concreto per la società, spendendo tempo e denaro nel tentativo di vincere il campionato anche perché ho visto come il primo ad essere dispiaciuto di tutto questo è proprio lui. Il suo sbaglio, semmai , è stato quello di affidare la costruzione della squadra e la sua conduzione ad elementi che non si sono poi rivelati all’altezza della situazione e magari anche quello di non aver cambiato quando si era ancora in tempo per salvare la stagione. Ormai comunque la frittata è stata fatta per cui la mia speranza è che qualcuno possa affiancare con i fatti, e soprattutto i denari, il Presidente Crocioni nella conduzione della società, che tra l’altro tornerà a chiamarsi Maceratese, con tanto di stemma. Se invece nessuno si farà avanti (come purtroppo temo) il mio invito ad Alberto è quello di non mollare e di riprovare nell’impresa questa volta però in primis affidando la squadra a chi le sappia dare un gioco ed una identità ben definita e in secondo luogo dando fiducia a giocatori giovani, ma talentuosi, oltre che desiderosi di mettersi in mostra, pescando sia nel vivaio della società che in altre limitrofe, con l’obbiettivo di tornare ad essere la società di riferimento della provincia, dove tutti ambivano a giocare.
  • Valdichienti Ponte tornato sulla terra,
    la Maceratese deve approfittarne

    9 - Feb 12, 2019 - 20:23 Vai al commento »
    Ci mancherebbe, Sig. Scattolini! La mia era solo una precisazione a onor di cronaca, di un lettore che la segue con interesse sin dai tempi di Pagliari e Morbiducci quando faceva le telecronache su una tv locale. La esorto pertanto a continuare a seguire la Rata con la stessa passione e competenza di allora, sperando che un giorno non troppo lontano ci parli nuovamente di una Maceratese impegnata non più in campionati regionali, bensì in altri più importanti e consoni al suo blasone. Un saluto
    10 - Feb 12, 2019 - 9:38 Vai al commento »
    Vorrei correggere il Sig. Scattolini, sul fatto che dopo la sconfitta a Colli del Tronto, della quale fui purtroppo testimone, fortemente condizionata dalle espulsioni rimediate da Arcolai e Capparuccia, la Rata venne nuovamente sconfitta in casa per 5-2 dal Monturano-Campiglione e non dalla Valdichienti Ponte, che invece affrontò dopo aver espugnato Camerino con il risultato di 1-0.
  • La Civitanovese spreca,
    la Maceratese ringrazia:
    il derby è uno scialbo 0 a 0

    11 - Feb 3, 2019 - 19:18 Vai al commento »
    Forse il sig.Paciarelli del tutto neutrale non è! Io, invece, da tifoso biancorosso posso dire: a)primo tempo timoroso della Civitanovese con due sole occasioni da rete: la prima è il rigore dato con molta benevolenza dall'arbitro di San Benedetto (è risaputo come le due società rossoblu siano gemellate da tempo)e la seconda un bel tiro dal limite dell'area di Miramontes entrambi parati dal nostro portiere Tomba. La Rata ha risposto giocando in maniera accorta ma nello stesso tempo aggressiva, cercando di fermare sul nascere le azioni rossoblu e provando anche a colpire in contropiede (tiro di Mongiello a fil di palo. 2) secondo tempo in cui i locali hanno giustamente cercato di accelerare i tempi non creando tuttavia veri pericoli se non il bel tiro finito sul palo di Vechiarello e le due azioni concluse in rete ma viziate entrambe da fuorigioco evidenti. Nel contempo la Rata ha risposto con due punizioni dal limite e con qualche altro tentativo di ripartenza, come un contropiede di Suwareh (mi sembra) fermato da un fallo di mano, non sanzionato da cartellino giallo come da regolamento. Forse poco rispetto al primo tempo, ma non bisogna dimenticare l'intensità con cui si è giocato, senza diversi titolari, e con Mongiello limitato da un infortunio nell'ultima parte della gara, prima di essere sostituito. Conclusione: la Rata ha giocato come meglio non poteva, visti gli effettivi in campo e considerando che giocava in trasferta nel campo della squadra che a detta di tutti doveva stravincere il campionato grazie ai numerosi giocatori in parte stranieri a sua disposizione, con esperienze in serie superiori di campionati europei. Inoltre, se avesse sempre giocato con l'atteggiamento visto in campo al Polisprtivo, sicuramente avrebbe in classifica molti più punti e starebbe a far compagnia in testa alla classifica al Valdichienti Ponte
  • Civitanovese-Maceratese,
    il derby per puntare all’Eccellenza

    12 - Gen 31, 2019 - 21:24 Vai al commento »
    Pistacoppi Alè!!!!!!
  • Massini, il primo millennial
    a segno in biancorosso

    13 - Nov 27, 2018 - 21:03 Vai al commento »
    Faccio i complimenti al "mio alunno" Tommaso per il gol realizzato ad Ascoli, che come ha detto Scattolini è il primo realizzato da un giocatore nato nel terzo millennio! Ma, allo stesso tempo, colgo l'occasione per correggere l'autore dell'articolo, dell'imprecisione riguardo alla classe da lui frequentata che non è il terzo, bensì il 4F dell'Istituto Economico Gentili di Macerata, come del resto dovrebbe frequentare chi, come lui diciassettenne, è in perfetta regola con gli studi (tra l'altro con buoni risultati).
  • Moriconi: «Penalizzati dalle due espulsioni,
    deluso dai mugugni sugli spalti»

    14 - Set 24, 2018 - 21:15 Vai al commento »
    Concordo con il Sig. Ponzelli. La piazza di Macerata sarebbe da serie C? Ma se contro il Parma si è superato a malapena i 1000 spettatori e mediamente neanche quelli, che pretendiamo? Ricordo che quest'anno in serie D (non serie C!) ci sono città quali Bari (322.000 abitanti), Messina (233.000), Taranto (198.000), Prato (193.000), Modena (185.000), Sassari (126.000), Latina (126.000), Trento (118.000), Forlì 117.000), Andria (100.000), solo per citare quelle oltre i 100.000 abitanti, oltre ad altre molto vicino a quella cifra come Cesena e Como con ben altra tradizione calcistica, per cui, come primo traguardo, anche raggiungere tale categoria sarebbe già di buon auspicio. Ma con quali forze? Quelle di chi, a parole e solamente a parole, promette cordate pronte a portare la squadra tra i professionisti? La realtà è che nessuno ha la voglia di tirare fuori i propri soldi per tale impresa. Quindi cerchiamo di ringraziare chi, con i propri mezzi e con l'aiuto di qualche sponsor locale o provinciale sta cercando di risollevare le sorti del calcio bianco-rosso. Certo, forse avrà sbagliato in qualcosa come tutti, ma il campionato è appena iniziato e diamogli il tempo per rivedere magari qualche scelta e mettere in atto i giusti correttivi perché si possa disputare un bel campionato. Ricordo infine che i veri tifosi sono quelli che incoraggiano la propria squadra quando si perde e non (sarebbe troppo facile) quando si vince. Concludo con sempre Forza Rata!!!!!
  • Mondiali di Londra:
    Antonelli costretto al ritiro

    15 - Ago 15, 2017 - 20:08 Vai al commento »
    Bravissimo lo stesso Michele! Hai partecipato ai Mondiali mica ad una Marcialonga provinciale!!! Ti aspettiamo ai prossimi appuntamenti e soprattutto alle Olimpiadi di Tokio, dove sono sicuro, farai una bellissima figura
  • Casermette, consegnato il progetto:
    “Scuole pronte tra un anno
    Arredi finanziati da Conad”

    16 - Apr 22, 2017 - 17:02 Vai al commento »
    Come cittadino maceratese e anche come docente, seppur di scuola superiore, apprendo con piacere che si sta avviando l'iter burocratico atto alla realizzazione degli edifici che ospiteranno le scuole della "Dante Alighieri" e della "Enrico Mestica".Quest'ultimo comprensivo in particolare avrà nella nuova allocazione, una scuole dell'infanzia, una primaria e la scuola secondaria di primo grado (tanto per intenderci scuola media), mentre la Dante Alighieri focalizzera la sua offerta formativa solamente verso studenti di scuola secondaria di primo grado. A questo punto sono curioso di sapere e vorrei domandarlo a chi ha deciso di realizzare le due scuole nella stessa area, quale sarà il ragionamento delle famiglie con figli in procinto di iscriversi in prima media, a far propendere la scelta a favore di una scuola rispetto all'altra. Sarà forse il maggiore appeal o immagine di una nei confronti dell'altra? Perché altrimenti non si spiegherebbe la differenza, essendo entrambe ubicate nello stesso luogo. Prima, chi abitava nel quartiere di S.Croce (come per esempio io da ragazzo e infatti la mia famiglia decise in tal modo), San Francesco e Collevario propendeva verso la Dante Alighieri, data la sua allocazione geografica, mentre chi risiedeva nel centro storico o zona Giardini o Corso Cairoli aveva più convenienza a scegliere la Mestica (a parte singole decisioni familiari dovute a considerazioni personali). Adesso mi domando in base a cosa si farà tale scelta. Faccio notare poi che nelle vicinanze del centro storico rimane solo la "Fermi" dato che anche la scuola annessa al "Convitto Nazionale" è stata trasferita ed, anzi, necessita anche lei, di una sistemazione nuova e duratura, della quale chiederei una rapida e sollecita soluzione a chi di dovere. Non vorrei sbagliare, ma la logica conclusione forse sarà che presto una scuola assorbirà l'altra, perché non ha senso l'esistenza nello stesso luogo di due istituti identici per grado di istruzione ed offerta formativa.
  • Maceratese tra i tre punti di Teramo
    e il pensiero al Santarcangelo

    17 - Dic 9, 2016 - 21:43 Vai al commento »
    Sono stato uno dei irriducibili che ha seguito la Rata anche a Teramo dove ho assistito ad una prestazione gagliarda dei nostri ragazzi. Voglio solo fare un appunto a Mister Giunti e cioè sapere come mai ogni volta che il Teramo ci pressava e conquistava i calci d'angolo, nessun nostro giocatore stava nel cerchio di centrocampo, pronto a recuperare eventuali rinvii della nostra difesa per poterli trasformare in pericolosi contropiede. Ciò avrebbe comportato che due uomini del Teramo (uno sarebbe stato troppo rischioso) sarebbero rimasti indietro a controllare la nostra punta,invece di andare indisturbati nella nostra metà-campo ad una distanza sufficiente addirittura per tentare un tiro in porta. Una punta veloce come Palmieri in quella posizione sarebbe stato certamente da temere per i difensori del Teramo che invece di attaccare in 10 come hanno fatto (anche il portiere per la verità stazionava spesso ad una trentina di metri dalla sua porta) lo avrebbero fatto solamente in 8. Verso la fine della gara poi le cose sono migliorate e forse anche per la stanchezza dei teramani siamo riusciti a produrre dei pericolosi contropiede e comunque a portare a casa i 3 punti. Faccio notare che la mia osservazione non vuole essere assolutamente una critica a Mister Giunti, che reputo un ottimo allenatore oltre che estremamente preparato, ma magari anche un suggerimento avallato tra l'altro dalla osservazione di tantissime partite anche a livello internazionale che Mediaset e Sky quotidianamente ci consentono di vedere. Sempre ed ovunque forza Rata!!!!
  • Sbloccati i fondi per la Mattei-Pieve
    “La bretella si farà”

    18 - Dic 5, 2016 - 21:20 Vai al commento »
    Finalmente una bella notizia che da tanto tempo tutti noi maceratesi attendevamo. E vorrei far notare che non si tratta solamente di aver trovato la soluzione alla questione del passaggio a livello di Via Roma, causa di interminabili code specie nelle ore di punta. Con la realizzazione della bretella e dello svincolo a Campogiano, infatti, si riuscirà a decongestionare il traffico in punti nevralgici del territorio comunale e cittadino quali il Rione S.Lucia nei pressi dell'Ospedale, la zona del Cimitero e nella frazione di Piediripa, oltre che nelle vicinanze del centro commerciale Corridomnia, nei pressi del casello di Macerata Sud della superstrada. Chi infatti, uscendo dal capoluogo dovrà dirigersi verso Civitanova (oltre che chiaramente verso la parte opposta) potrà farlo senza transitare per queste strozzature e in 3-4 minuti raggiungere la superstrada dalla rotonda di Via Mattei. Speriamo solo che dopo tanti ritardi e intoppi di vario genere si possano iniziare i lavori di tale progetto nel più breve tempo possibile.
  • Maceratese, la carica di Spalletta:
    “Qui per un progetto pluriennale”

    19 - Nov 25, 2016 - 17:14 Vai al commento »
    Ben arrivato Presidente! Le auguro una presidenza ricca di successi come lo è stata quella della dott.ssa Tardella! E magari di superarla pure!
  • Forte salva la Maceratese,
    a Modena il primo punto

    20 - Set 11, 2016 - 10:30 Vai al commento »
    Non sono del tutto d'accordo con l'analisi di Andrea Busiello sulla partita della Rata. Intanto nel primo tempo c'è stato il tiro in porta di De Grazia che poteva avere maggior fortuna oltre all'azione personale di Petrilli a fronte di nessun tiro in porta del Modena che anzi negli ultimi 15 minuti del primo tempo non ha passato la linea di metà campo e alla fine è uscito dal campo salutato dai fischi dei propri tifosi (ero in curva e li ho sentiti bene!). E' vero che nel secondo tempo abbiamo fatto meno bene (una bella azione di De Grazia è stata dimenticata completamente nel commento) e Forte ci ha salvato in 2 occasioni ma anche questa volta come nelle reti subite contro la Samb, le azioni avversarie sono nate da errori di disimpegno che hanno fatto partire il loro micidiale contropiede. Anche questa volta negli ultimi 15 minuti si è vista affiorare un po' di stanchezza che ci ha fatto soffrire fino alla fine senza però rischiare più di tanto. Per quanto riguarda le pagelle infine, mi sembra sottovalutata la prestazione di Ventola che è stato molto bravo sulla fascia, spesso con interventi risolutivi tipici di giocatori esperti e navigati che atleti diciannovenni come lui non hanno di solito nel loro repertorio, e quella di Petrilli, soprattutto nel primo tempo quando ha portato i maggiori pericoli alla difesa avversaria ma anche nel secondo quando si è sacrificato a compiti di copertura, disimpegnandosi spesso con belle giocate. Adesso comunque bisogna guardare avanti e affrontare la prossima partita con l'Ancona con la massima concentrazione e determinazione perché i 3 punti in palio sono determinanti per il proseguo del nostro campionato. In bocca al lupo ragazzi e sempre Forza Rata
  • “Invincibili” in festa,
    Gubbio in Lega Pro

    21 - Apr 24, 2016 - 18:28 Vai al commento »
    Grande Mister!!! Lei si che è un gran signore e l'ha dimostrato ampiamente la scorsa stagione con i nostri colori!! Complimenti vivissimi a lei e ai ragazzi del Gubbio, in particolare ai "nostri" Ferri-Marini, Marini, Romano e Croce.
  • Helvia Recina in sintetico?
    Lorenzetti: “Sarebbe la morte dell’atletica”

    22 - Dic 16, 2015 - 16:06 Vai al commento »
    Io penso che se avere il sintetico all'Helvia Recina significhi far morire l'atletica a Macerata, la questione non si deve nemmeno porre, e lo dico non solo come vecchio praticante di questo sport sin da quando ero giovane, ma come persona che conosce l'alto valore formativo di questa specialità, da tutti considerata la regina di quelle che si svolgono ogni 4 anni nel corso dei giochi olimpici. A meno che si costruisca un "campo scuola" solo per l'atletica come hanno fatto per esempio le città di Fermo e S.Benedetto del Tronto, tanto per non allontanarci troppo da Macerata. Forse, a questo punto, sarebbe più facile costruire un nuovo stadio per il calcio, anche se l'attuale situazione economica, lo rende difficile da attualizzare Magari, dato che sta per essere costruito un campo sportivo nuovo a Villa Potenza, si poteva pensare di sfruttare tale opera, allargando il progetto con la realizzazione di 4 tribune laterali, come negli stadi inglesi. Tra l'altro non ci sarebbe stato più il problema dei parcheggi, in quanto la zona, oltre ad essere più facilmente raggiungibile, offre spazio a volontà. E per quanto riguarda le risorse economiche ricordo che proprio qualche mese fa il comune di Ascoli Piceno ha approvato la realizzazione di una nuova tribuna di 4000 posti al posto della vecchia gradinata, attingendo le risorse con un mutuo trentennale al Credito Sportivo che comporterà alla fine una spesa annua di poco più di 100000 euro (ricordo che il comune di Macerata ha speso solamente per adeguare lo stadio una cifra 6-7 volte maggiore, per di più in un solo anno).
  • Maceratese a due passi dalla vetta
    Bucchi: “Merito di un grande gruppo”

    23 - Dic 6, 2015 - 20:58 Vai al commento »
    E i l Pontedera 18 (non 19)! Pontedera - Pisa si gioca domani alle 20.30, mentre voi avete aggiunto un punto ed una partita giocata ad entrambe! Tutto sommato saremmo contenti se ciò dovesse poi accadere!
    24 - Dic 6, 2015 - 20:52 Vai al commento »
    Il Pisa ha 24 punti (25 -1 di penalizzazione)!
  • Fermo per 27 minuti al passaggio a livello, si sfoga in un video

    25 - Nov 13, 2015 - 21:33 Vai al commento »
    In tutte le altre città in cui un passaggio a livello crea file interminabili si è risolto il problema con un sottopasso così come è avvenuto di recente a Montecosaro Scalo e così come si realizzerà nel prossimo anno a Civitanova,. Solo a Macerata non si fa nulla al riguardo. Almeno si fosse realizzata la bretella Via Mattei-Pieve, la situazione sarebbe leggermente migliore ma non so chi se la ricorderà!!!!
  • Tardella: “Commossa dai tifosi”
    Bucchi: “Guarderemo la classifica
    solo a marzo”

    26 - Ott 15, 2015 - 10:58 Vai al commento »
    L'Ancona ha un punto in meno di noi!!
  • Maceratese da record,
    in campionato l’ultima sconfitta
    risale al 6 aprile 2014

    27 - Set 21, 2015 - 21:02 Vai al commento »
    E' vero che il tempo passa veloce ma forse la data precisa è il 6 Aprile del 2014! Altrimenti le partite di imbattibilità sarebbero più di 70 e i campionati da invincibili ben 2 (dall'Aprile 2013 ad oggi sono trascorsi infatti 2 anni e 5 mesi!).
  • L’Inter vuole Melchiorri
    Parte la trattativa col Pescara

    28 - Gen 13, 2015 - 21:04 Vai al commento »
    Anche se sono juventino sarei veramente felice per te! Oltre che atleta molto forte,sei una "persona vera": intelligente, educato, rispettoso degli avversari e degli arbitri, che ha saputo superare con determinazione e forza d'animo momenti sicuramente non facili. Insomma, se il calcio avesse tra i suoi attori tutti giocatori come te, sarebbe sempre e ovunque il più gran spettacolo del mondo. In bocca al lupo Fede!!!! P.S. Ma Marotta, perché non ci fai un pensierino pure te, sai che coppia con l'Apache!
  • Maceratese di un altro pianeta
    Umiliato il Campobasso

    29 - Nov 9, 2014 - 19:14 Vai al commento »
    Un vero spettacolo!!! Oggi abbiamo davvero giocato al massimo e meglio di tutte le altre volte (io lo posso dire perché ho visto tutte le partite di campionato, in casa e fuori, e quelle di Coppa Italia, compreso Foligno). Un applauso e un grande complimento alla tifoseria ospite che non ha mai smesso di incitare i suoi, anche sotto di 3 gol e anche dopo la fine dell'incontro, senza mai fare un coro offensivo contro la tifoseria avversaria. Complimenti davvero sperando di ricevere (e noi di dimostrare) al ritorno a Campobasso uguale sportività
  • Maceratese, tutti confermati
    Romano si chiarisce con i tifosi

    30 - Feb 18, 2014 - 22:18 Vai al commento »
    Domenica scorsa con i miei soliti amici (ci siamo auto-definiti quelli della Yaris, visto che con questa ottima auto giapponese seguiamo la Rata nelle lunghe trasferte,  come a Boiano, Avezzano e l'anno scorso ad Isernia) sono stato a vedere i biancorossi a Città Sant'Angelo e devo dire che nonostante la nostra non bella prestazione,  mi ha dato francamente fastidio vedere alcuni tifosi rimproverare  duramente  i nostri giocatori rei di aver profuso poco impegno agonistico nell'affrontare gli scarsi se pur volenterosi avversari abruzzesi. Io personalmente a fine gara li ho applauditi ugualmente perché non credo scendano in campo appositamente per fare brutte figure. Lo stesso Romano, che è stato quello più bersagliato dai tifosi, si è comunque impegnato, anche se poi ha girato spesso a vuoto in mezzo al campo sbagliando molti lanci in profondità preda dei difensori avversari. Però prendersela con lui o con qualcun altro non lo trovo giusto, né corretto. Penso infatti che dovremmo prendere tutti esempio dai tifosi inglesi che incoraggiano sempre i propri beniamini, anche se ultimi in classifica, non mancando di far sentire sempre il proprio sostegno negli incontri in trasferta ma soprattutto in quelli casalinghi dove riempiono regolarmente le tribune locali (da noi bastano 2 o 3 risultati negativi per vedere l'Helvia Recina quasi deserto). Perciò ha ragione il Direttore Sportivo della Maceratese, Giammario Cappelletti a sostenere che solamente se remiamo tutti dalla stessa parte, Squadra, Dirigenti e Tifosi, possiamo uscire da questa situazione e tornare ad ottenere quei risultati che tutti noi speravamo di raggiungere all'inizio di questa stagione agonistica.  
  • “Stefano, torna presto in forma”

    31 - Gen 26, 2014 - 21:21 Vai al commento »
    Forza Stefano, torna prestissimo in forma. Un caro saluto e abbraccio da Carlo Alberto e Monica
  • I 18 anni di Federico Carducci

    32 - Gen 25, 2014 - 21:16 Vai al commento »
    Auguri dal tuo prof di Matematica
  • Tutti i match del week end dalla serie D alla Seconda categoria

    33 - Nov 22, 2013 - 21:38 Vai al commento »
    L'Ancona gioca sabato pomeriggio alle ore 14,30 con il Giulianova (diretta rai sport)
  • Favo avverte la sua Maceratese
    “Ad Ancona capiremo il nostro valore”

    34 - Nov 9, 2013 - 21:41 Vai al commento »
    Forza ragazzi!!!!L'unica vittoria della Maceratese ad Ancona è datata 9 Novembre 1972 (2 a 0 con gol di Sentimenti e Cittadini) e domani non è il 10 Novembre? Io ai ricorsi storici ci credo e quindi forza magica Rata che ce la possiamo fare!!E ricordati che non sarai mai sola perchè come anche a Boiano ti seguiremo sempre.
  • Maceratese a caccia
    del primo successo
    All’Helvia Recina arriva il Celano

    35 - Set 20, 2013 - 21:10 Vai al commento »
    Nella probabille formazione ci sono solo 3 under; è chiaro che dovrà giocare per forza Lattanzi (o Romanski se recupera)
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy