Tomba sprona l’HR Maceratese:
«Lotteremo per vincere il campionato»

PROMOZIONE - Il numero uno della nuova società biancorossa fa il punto della situazione dopo pochi giorni di allenamento: «Un ottimo mix tra esperti e giovani credo sia la formula giusta per essere protagonisti. Questa è una piazza esigente che viene da un anno senza calcio e che ha bisogno di riavere entusiasmo e voglia di rivincite. Sta a noi per primi trascinare i tifosi»
- caricamento letture

 

TOMBA

Alessandro Tomba

 

di Mauro Giustozzi

La miglior difesa è l’attacco. Una frase tipica del mondo calcistico. Ma non ditelo ad Alessandro Tomba, numero uno dell’HR Maceratese, che invece punta proprio su questo reparto per far volare la sua squadra al vertice del prossimo campionato di Promozione. Due anni fa a Loreto la sua porta risultò la meno battuta del girone e consentì alla formazione lauretana di approdare ai playoff. «Eravamo in Eccellenza – ricorda il portiere osimano – e subii 22 reti in 32 partite. Ci metterei la firma per ripetere questi numeri, assieme ai compagni di reparto naturalmente. Anche perché sarebbe una buona base di partenza per lottare per la vittoria del campionato, che deve essere l’obiettivo che dobbiamo inseguire. Poi negli ultimi anni mi sono specializzato nel parare i rigori: 8 su 12 due anni fa e 2 su 4 lo scorso campionato. Non c’è una preparazione particolare da parte mia per neutralizzare i tiri dal dischetto, mi viene naturale, poi ci vuole anche fortuna e intuito. Ma spero che nel prossimo campionato di rigori contro non ce ne diano molti, così siamo tutti più tranquilli».

presentazione-maceratese-5-325x244

Una fase del primo giorno di allenamento

Fino a venerdì la squadra biancorossa sosterrà una seduta di allenamento allo stadio Helvia Recina dalle 17,30 alle 19,30, mentre il programma di sabato e domenica resta da definire anche in vista della prima amichevole stagionale prevista lunedì 13 con la neo promossa in Eccellenza Montefano, guidata dell’ex Roberto Lattanzi. «Sì –prosegue Tomba – in questa prima settimana effettuiamo una seduta al giorno di allenamento puntata sulla preparazione fisica e quella aerobica. Del resto siamo appena ad agosto e l’inizio del campionato, ma anche quello della Coppa, è ancora molto lontano. Certamente col trascorrere delle settimane e l’avvicinarsi dei tornei sarà intensificata la preparazione. Questi primi giorni servono anche per fare conoscenza con nuovi e vecchi compagni di squadra. Sotto questo aspetto io sono fortunato, in quanto sono diversi i calciatori con cui ho militato lo scorso anno a Loreto. Ma devo dire che anche gli altri che conoscevo, magari da avversari, mi stanno facendo un’ottima impressione sia a livello professionale che umano: questa fase serve anche per conoscerci e rinsaldare il gruppo in vista della stagione. Da quel che sto vedendo la società ha costruito un ottimo mix tra atleti esperti ed altri giovani. Credo che sia la formula giusta per essere protagonisti in campionato».

HRMaceratese_Presntazione_FF-3-325x217

Mister Moriconi

È un’HR Maceratese però non ancora completa quella che mister Moriconi sta allenando in questi giorni. Infatti manca un centrocampista per completare l’organico, come ha ribadito la stessa dirigenza biancorossa, la quale sembra abbia deciso di puntare esclusivamente su Nicola Moretti, centrocampista centrale ex Recanatese, Matelica e Sangiustese: il giocatore non ha detto di no, si sta anche allenando in questo periodo per farsi trovare pronto ad una chiamata di qualche società. Preferirebbe una categoria superiore, Serie D o Eccellenza, ma qualora nessuna offerta di quel livello arrivasse Moretti potrebbe decidere di cedere alle avance del presidente Crocioni. «Sì, l’organico deve essere completato con un centrocampista che così andrà a definire la rosa – ammette lo stesso Tomba -: in questo modo la squadra sarà fatta. Poi non so se in futuro ci sarà qualche aggiustamento se si evidenzieranno delle necessità. Da quello che posso dire dopo questi pochi giorni di preparazione è un’HR Maceratese che può e deve lottare per cercare di vincere il campionato. Questo lo sanno i dirigenti, l’allenatore e noi giocatori. Questa è una piazza esigente che viene da un anno senza calcio e che ha bisogno di riavere entusiasmo e voglia di rivincite. Sta a noi per primi trascinare i tifosi dalla nostra parte e riportarli a frequentare l’Helvia Recina come accadeva in passato».

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X