Subappalti Sae, il pm presenta il conto:
chiesto il rinvio a giudizio per tutti
La Cgil non sarà parte civile

IN AULA - Oggi l'udienza davanti al gup del tribunale di Ancona. Imputate 19 persone e 15 imprese per la vicenda della realizzazione delle casette nel Maceratese dopo il sisma del 2016
- caricamento letture

sae

 

Chiesto il rinvio a giudizio per tutte le 19 persone e le 15 aziende coinvolte nell’indagine sui subappalti delle Sae che sono state realizzate nel Maceratese in seguito al sisma del 2016, e condotta dalla procura distrettuale di Ancona. Oggi ad Ancona si è svolta l’udienza davanti al Gup. La Cgil ha chiesto di costituirsi parte civile ma il giudice ha respinto la richiesta. Sotto accusa, tra gli altri compaiono l’allora capo della Protezione civile delle Marche, David Piccinini, 55 anni, il presidente del Consorzio Arcale, Giorgio Gervasi, 66, di Caccamo (Palermo), Stefano Stefoni, 56, di Civitanova, responsabile unico del procedimento e attuale capo della Protezione civile, e Lucia Taffetani, 56, di Macerata, direttore dell’esecuzione (Dec).

Gli altri indagati che dovranno sono tutti imprenditori e rappresentavano aziende legate ai subappalti: Rossella Zampetti, 69 anni, di Roma, Italve Bonvetti, 58, residente a Teramo, Gerardo Castellano, 46, di Oliveto Cistra, Luana Vicinanza, 38, di Nocera Inferiore, Alice Vitali, 40, e Viola Vitali, 42, di Firenze, Antonio Lanzano, 43, di Acerra, Claudio Rocco, 26, di Afragola, Andrea Ravanelli, 56, di Trento, Diego Luis Aguirre, 39, di Roma, Rossella Zenobi, 54, di Giulianova, Andrea Ottaviani, 62, di Pesaro, Patrizio Governatori, 56, di Macerata, Dario Marsilii, 46, di Teramo, Pasquale Gallo, 45, di Castellammare di Stabia.

cofanelli

L’avvocato Gabriele Cofanelli

Le imprese sono: Consorzio Arcale di Firenze, Intech spa di Roma, Bonvetti Italve di Sant’Egidio alla Vibrata, Castellano Infissi spa di Teora, Dalan srl di Poggio Marino, Italian Window distribution & trading srl di Terre Roveresche, Global Window services & logistics srl di Terre Roveresche, Tony costruzioni srl di Afragola, Item srl di Casalnuovo di Napoli, Consorzio costruzioni a secco (Gips) di Treno, Trasloservice srl di Roma, Termomat srl di Giulianova, Costruzioni Giuseppe Montagna srl di Pesaro, Marsilii costruzioni srl di Castellato, Geo Campania srl di Nocera Inferiore. Oggi il pm ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti, poi la parola è passata alle difese (arringhe che proseguiranno la prossima udienza, che è stata fissata per il 20 ottobre. I reati contestati, a vario titolo, sono truffa, abuso d’ufficio, falso.

Gli imputati e le imprese sono assistiti, tra gli altri, dagli avvocati Gabriele Cofanelli, Massimiliano Cofanelli Massimiliano Cingolani, Renato Cola e Marco Pacchiarotti, Francesco Voltattorni, Fulvia Bravi, Alessandro Luchetti, Gianluca Conti.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X