Scandalo appalti per le sae,
indagate 20 persone e 15 aziende:
ci sono David Piccinini e Giorgio Gervasi

INCHIESTA CHIUSA dalla procura di Ancona. Contestati truffa e abuso d'ufficio. Al centro i lavori assegnati senza le certificazioni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

casette-pieve-torina

SCANDALO SAE, ECCO LE CARTE DELL’INCHIESTA: leggi l’articolo completo

***

Indagine sugli appalti per la realizzazione delle sae per i terremotati, chiuse le indagini: venti le persone indagate e 15 le aziende. Nel capo di imputazione la procura di Ancona, che ha coordinato le indagini della Guardia di finanza dorica, ipotizza l’abuso d’ufficio e la truffa. In particolare viene contestato che siano stati assegnati lavori ad imprese che non avevano le certificazioni necessarie come quelle dell’iscrizione all’anagrafe antimafia e alla white list. Per aggirare il problema sarebbe stato attestato falsamente che le imprese avevano le necessarie certificazioni, sostiene la procura di Ancona nelle 30 pagine di capo di imputazione. Da qui le contestazioni, a vario titolo, di abuso d’ufficio e di truffa. Tra gli indagati c’è il dirigente della Protezione civile regionale, David Piccinini, c’è il presidente del Consorzio Arcale, Giorgio Gervasi, c’è Stefano Stefoni responsabile unico del procedimento (Rup), c’è Lucia Taffetani, direttore dell’esecuzione (Dec) e poi ci sono titolari di ditte che si sono occupati di eseguire le opere, tecnici, direttori dei lavori. E poi le imprese: tra queste il Consorzio Arcale, la Intech, la Item di Napoli, la Tony Costruzioni di Afragola. Gli indagati avranno ora 20 giorni di tempo per presentare memorie o chiedere di essere interrogati e dare la loro versione dei fatti contestati. 

Scandalo sae, le carte dell’inchiesta: «Giro di appalti milionari ad aziende, false attestazioni sui certificati antimafia»

 

Abuso d’ufficio su appalti Sae, indagato capo Protezione civile Marche: «Massima collaborazione con inquirenti»

Realizzazione delle casette, Anac: «Mancati controlli della Regione, 11 ditte senza certificati antimafia»

Indagine su appalti Sae: «Piccinini è sereno, chiederà di essere sentito»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X