Ospedale, maxi donazione Lube
Dieci i candidati per il dopo Logullo

SANITA' - Il gruppo ha donato 50mila euro in particolare per l'ospedale di Macerata con un contributo destinato all'acquisto di un aspiratore a ultrasuoni. C'è la rosa di chi andrà a guidare il reparto di Neurologia. Assunzione di cinque tecnici di radiologia a fronte di una carenza organica di 9 posti
- caricamento letture
ospedale-macerata_foto-LB-5-650x365-1-325x183

L’ospedale di Macerata

 

di Luca Patrassi

Lube impegnata su molti fronti del tessuto sociale: oltre a quello ben noto della promozione dello sport e del volley in particolare – la squadra è impegnata in questi giorni nella serie della finale scudetto – c’è un risvolto solidale che passa spesso in silenzio per il fatto che gli imprenditori treiesi non amano darne notizia.

Stavolta però c’è un atto dell’Asur e la sua pubblicazione all’albo pretorio non è passata inosservata. La Lube ha fatto una donazione da circa cinquantamila euro all’Area Vasta 3 dell’Asur, in particolare all’ospedale di Macerata: si tratta della donazione al reparto di chirurgia di un aspiratore ad ultrasuoni. Non solo Lube e donazioni all’albo pretorio Asur.

Pubblicata la determina di ammissione dei candidati all’avviso pubblico per il ruolo di direttore della Neurologia dell’Area Vasta 3, ruolo scoperto dopo l’uscita di scena di Francesco Logullo che si è trasferito in quel di Pesaro. Dieci i candidati, un numero che sembra voler sottolineare l’eccellenza raggiunta dalla Neurologia maceratese. Ecco gli aspiranti:  Roberto Baruffaldi, proveniente dagli Ospedali Riuniti di Ancona, Elisabetta Cartechini , direttore facente funzioni Av3 Macerata, Luigino De Domicis, primario di Senigallia, Maurizio Del Gobbo, Area Vasta 3 di Macerata, Fabrizio Forconesi, Fermo, Giovanni Lagalla, Ancona, Emanuele Medici, Jesi, Katiuscia Nardi, Neurologia Av3, Antonia Nucera, Frosinone e Maurizio Paciaroni di Perugia.

Sul fronte degli incarichi c’è il conferimento a Elia Battilà di un incarico convenzionale temporaneo per l’Emergenza sanitaria territoriale per 38 ore settimanali nelle Potes del Distretto di Civitanova. C’è un’altra uscita a Civitanova, dal primo luglio lascia la pediatra Maria Cecilia Salvucci. Poi c’è un avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la formulazione di una graduatoria finalizzata al conferimento di un incarico a tempo determinato nel profilo di Dirigente Ingegnere Clinico, da assegnare allo staff della Direzione di Area Vasta 3.

Infine l’assunzione di cinque tecnici di radiologia: una determina simbolica di come vanno le cose quando si parla di personale sanitario. All’Av3 mancano nove tecnici – tra rinunce, pensionamenti e potenziamento della Radiologia Interventistica – ma si procede alla assunzione di cinque unità utilizzando la graduatoria, già arrivata oltre i duecento, di un concorso dello scorso anno « tenuto conto dell’ordine di merito e delle preferenze espresse» e sono Marco De Chellis, Tommaso Silvestre, Milena Scutti, Jessica De Luca e Davide Marchionne.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =