La grande fuga dei medici
dagli ospedali pubblici:
le Marche tre le peggiori d’Italia

L'INTERVENTO di Claudio Maria Maffei - I dati dicono che nel 2021 la media dei professionisti che hanno lasciato il Servizio sanitario nazionale nel Paese è del 2,9%, percentuale abbondantemente superata dalla nostra regione che si attesta attorno al 3,8%, dietro solo al Molise e alla Sicilia. La giunta regionale qualche domanda sarà meglio che se la faccia
- caricamento letture
fuga-medici-ssn

Percentuale di licenziamenti nel 2020 e 2021 sul totale dei medici dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale

di Claudio Maria Maffei*

In questi giorni si è dato ampio risalto ad un fenomeno che potrebbe mettere in crisi la nostra sanità: la fuga dei medici dalle strutture pubbliche. Lo spunto è stata dato da uno dei principali sindacati medici, l’Anaoo, che ha evidenziato come nel 2021 sia ripresa quella che ha chiamato la grande fuga evidenziata dal grafico. Nell’ultimo anno 2886 medici ospedalieri, il 39% in più rispetto al 2020, ha lasciato la dipendenza dal Ssn e proseguito la propria attività professionale altrove e proseguito la propria attività professionale altrove (dati derivati dal database Onaosi, Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani dei Sanitari Italiani, sulla cessazione della contribuzione obbligatoria). I motivi per cui hanno lasciato sono due: o hanno dato le dimissioni o non hanno avuto confermato il loro incarico.

claudio-maffei

Claudio Maria Maffei

Nel 2021 la media nazionale dei medici dipendenti che hanno “lasciato” è stata del 2,9%, percentuale abbondantemente superata dalle Marche che si attestano attorno al 3.8%, superata solo dal Molise e dalla Sicilia. Una fuga definita dal sindacato senza precedenti, da Regioni con storie, organizzazioni e realtà sanitarie completamente diverse. Ma unite – sempre secondo il Sindacato – da un comune sentire: molti medici non vogliono più lavorare in ospedale e se ne vanno. Premesso che i dati vanno sempre verificati, approfonditi e interpretati, rimane sempre un doppio segnale per la nostra politica: nelle Marche le cose sembrano andare peggio che dalle altre parti e nel 2021 sembrano essere andate peggio che nel 2020. L’Assessore Saltamartini in modo particolare se ne deve preoccupare visto che fa continuamente pubbliche dichiarazioni su come affrontare la carenza di medici ad esempio. Come riportato di recente anche qui su Cronache Maceratesi a suo parere “Serve assolutamente un intervento urgentissimo su ampia scala: dalla formazione, ai trattamenti retributivi. ”

Faccio sommessamente presente all’assessore che intanto bisognerebbe riuscire a motivare e a trattenere i medici che già ci sono. E se nelle Marche con la nuova Giunta sembra che i medici “scappino” più che altrove e più di prima qualche domanda sarà meglio farsela. E se i dati non sono corretti meglio farli correggere al più presto perché tutta Italia da giorni li sta leggendo.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =