Incontro in carcere tra Enea e i legali
Il papà lo vuole vedere

OMICIDIO DI ROSINA - Il ventenne accusato di aver ucciso la nonna è in cella a Montacuto. Oggi i suoi avvocati ci hanno parlato per strutturare una nuova difesa, tramontata la tesi del rapinatore. Il giovane ha preso coscienza della gravità della situazione
- caricamento letture

 

 

interrogatorio-omicidio-montecassiano-6-650x487

Enea Simonetti davanti alla caserma dei carabinieri dopo l’interrogatorio

 

di Gianluca Ginella

Enea Simonetti, in carcere per l’omicidio della nonna, Rosina Carsetti, ha incontrato oggi i suo legali, gli avvocati Andrea Netti e Valentina Romagnoli. Un colloquio che è finito verso le 11 (i legali sono arrivati a Montacuto di Ancona alle 8,45) e che è servito per fare il punto di quanto viene contestato dal gip nell’ordinanza di custodia in carcere che ha portato al suo arresto e a quello della madre, Arianna Orazi. Indagato è anche il nonno di Enea, Enrico Orazi. Il 20enne si trova in cella con altre quattro persone. Si è reso conto di quanto la situazione sia grave. In questi giorni la famiglia sta cercando di trovare una casa per i tre cani e il pappagallino, l’idea è darli in affido a qualcuno che possa prendersene cura.

La difesa, che solo nei giorni scorsi ha avuto conto della confessione del giovane, poi ritrattata, fatta la notte tra li 24 e il 25 dicembre, e di quanto diceva con la madre Arianna (ci sono dialoghi in cui la donna si rammaricava di non aver lasciato delle tracce fuori dall’abitazione per avvalorare la pista del rapinatore), ha fatto il punto con Enea.

andrea-netti-e-valentina-romagnoli-2-650x488

Gli avvocati Andrea Netti e Valentina Romagnoli

La ricostruzione del ladro, fornita dagli indagati per settimane, è ormai accantonata. I legali hanno poi riferito a Enea che il padre (l’ex marito di Arianna) vuole prendere contatti con lui e probabilmente lo chiamerà in questi giorni.  Enea ha chiesto come stava la madre, che invece si trova in carcere a Pesaro. Gli avvocati la incontreranno la prossima settimana per fare anche con lei il punto sull’indagine alla luce di tutto quando emerso. Arianna, per gli inquirenti, sarebbe la mente del piano. Un piano, per uccidere la madre, che avrebbe iniziato a prendere corpo dal 16 dicembre, quando su Instagram la donna scrive al figlio, in chat “Ho iniziato a studiare il piano”. Quello, per gli investigatori, di uccidere Rosina Carsetti. La donna, 78 anni, è stata strozzata il 24 dicembre scorso. Per gli inquirenti a compiere l’omicidio sarebbe stato Enea, che l’ha strozzata.

 

arianna-orazi-1-650x488

Arianna Orazi in tribunale per l’interrogatorio

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X