Cellulari e tablet sotto la lente,
la difesa cambia medico legale

OMICIDIO DI ROSINA - Affidato l'incarico al consulente della procura per gli accertamenti tecnici sul materiale telefonico e informatico degli indagati. I legali di Arianna ed Enrico Orazi e Enea Simonetti hanno scelto un loro esperto e sul fronte dell'autopsia hanno contattato Francesca Tombesi. Indagini anche sulla situazione patrimoniale. Domani nuovo sopralluogo alla villetta
- caricamento letture
OmicidioRosina_Montecassiano_FF-32-650x433

Luca Russo, a destra, porta fuori dalla villetta del materiale informatico

 

di Gianluca Ginella 

Sotto la lente cellulari e tablet. La Procura di Macerata ha affidato oggi l’incarico al consulente Luca Russo per analizzare telefoni e materiale informatico dei familiari di Rosina Carsetti che sono indagati per omicidio volontario. Si tratta della figlia Arianna Orazi, del marito e del nipote della 78enne, Enrico Orazi ed Enea Simonetti. La difesa ha nominato un proprio esperto, Henry Coppari. Gli accertamenti verranno svolti su un cellulare “iPhone X”, su un “iPhone Xs max”, di due “iPad” e di un “Apple watch” di proprietà degli indagati. Inoltre l’accertamento riguarderà anche un telefono Brondi, che utilizzava Rosina. Gli esperti dovranno fare una copia forense del materiale, inoltre dovranno cercare di recuperare anche quanto potrebbe essere stato cancellato da questi apparecchi. Accertamenti che riguarderanno anche il computer Mac sequestrato nella villetta e un modem.

omicidio-rosina-sopralluogo-villetta15-650x433I difensori degli indagati, gli avvocati Andrea Netti, Valentina Romagnoli e Paolo Morena, hanno cambiato il medico legale loro consulente. In principio i precedenti difensori degli indagati avevano scelto Claudio Cacaci, ora i nuovi legali hanno optato per Francesca Tombesi, nominata oggi. L’esperta dovrà analizzare quanto è stato fatto durante l’autopsia e prenderà contatto con Cacaci in questi giorni. Domani intanto ci sarà un nuovo sopralluogo nella villetta di via Pertini. I carabinieri della Scientifica ritorneranno a Montecassiano per proseguire gli accertamenti all’interno della casa in cui è stata uccisa. In particolare i rilievi dei carabinieri riguardano la ricerca di orme sul pavimento dell’abitazione. Secondo i famigliari di Rosina in casa sarebbe entrato un rapinatore la sera della vigilia di Natale, un uomo che dopo essere entrato in casa avrebbe ucciso l’anziana, il cui corpo è stato trovato sul pavimento del cucinino al primo piano.

La procura però indaga anche sulla famiglia. Tra gli accertamenti che sono in corso da parte dei carabinieri ci sono anche quelli sulla situazione patrimoniale della famiglia Orazi, dai conti correnti ai beni. Altri accertamenti riguardano i rapporti che c’erano tra Rosina, la figlia, il nipote e il marito. La donna recentemente si era rivolta ad un centro antiviolenza e aveva preso appuntamento per martedì della scorsa settimana per parlare con un avvocato. Anche su questo punto sono in corso le indagini.

 

omicidio-montecassiano-villetta

omicidio_rosina_

Arianna Orazi ed Enea Simonetti all’ingresso della villetta

omicidio-rosina-sopralluogo-villetta9-650x433

Gli avvocati Andra Netti e Valentina Romagnoli

OmicidioRosina_Montecassiano_FF-6-650x432

OmicidioRosina_Montecassiano_FF-9-650x432

Articoli correlati




 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X