Tornano i bonus spesa:
a Macerata 220mila euro,
262mila per Civitanova

CRISI COVID - Sono inseriti nel decreto Ristori ter. Al Maceratese vanno circa 2 milioni di euro
- caricamento letture
code-in-piazza-per-buoni-spesa-civitanova-FDM-3-650x434

Le file per i buoni alimentari davanti al Comune di Civitanova lo scorso aprile

 

Bonus spesa per gli aiuti alimentari alle famiglie, sono stati previsti nel decreto Ristori ter e alle Marche sono destinati 9 milioni e 353mila euro, al Maceratese andranno circa due milioni di euro. Si tratta di denaro destinato ai Comuni per fornire gli aiuti alimentari e i buoni per gli acquisti al supermercato. «Per i comuni marchigiani si tratta di risorse che in totale ammontano a 9 milioni e 353mila euro – dice l’onorevole del Movimento 5 stelle, Patrizia Terzoni –. Ad esempio Ancona, come capoluogo, potrà disporre di 533.544 euro, Ascoli di 267mila euro, una piccola città come ad esempio Sassoferrato di 46.400 euro». Per quanto riguarda Macerata  la provincia avrà destinati quasi due milioni di euro. Al capoluogo 220mila euro, a Civitanova 262mila euro, a Tolentino 118mila euro, a Recanati 120mila euro, a Corridonia 100mila euro, a San Severino 77mila euro, a Treia 59mila euro, a Potenza Picena 104mila euro, a Porto Recanati 84mila euro. Fino ai comuni più piccoli, come Montecavallo, che avrà 875euro. «L’ulteriore provvedimento definito, nei giorni scorsi, dall’esecutivo – prosegue Terzoni – fa salire a circa 10 miliardi di euro i fondi stanziati nei tre decreti Ristori per aiutare lavoratori e imprese a superare gli effetti economici negativi determinati da questa nuova ondata».

(redazione CM)

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X