Per i nuovi posti Covid
idea ospedali di Camerino e Civitanova

PANDEMIA - La strategia sarebbe di utilizzare due nosocomi destinando un piano di quello della città ducale e il reparto di Medicina d'urgenza a Civitanova. A questi si affianca la già esistente palazzina di Malattia infettive di Macerata. Il percorso dell'Asur al momento è opposto a quanto è stato fatto durante la prima ondata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

covid-ospedale-macerata-pronto-soccorso-container-3-650x367

di Luca Patrassi

Un po’ a Camerino, un po’ a Civitanova, un po’ a Macerata. Si parla di pazienti Covid e quella appena descritta si dice possa essere la manovra in corso per “liberare” i pazienti Covid bloccati da giorni nei container installati nei parcheggi degli ospedali. Non solo nei container, anche nei Pronto Soccorso con il personale che ha dato dimostrazione di disponibilità assoluta, dedizione oltre ogni limite. Fino alle prolunghe di diversi metri per portare l’ossigeno in stanze lontane da quelle attrezzate. Si vive come si vivrebbe in una struttura di fortuna realizzata in luoghi teatro di guerre e di calamità varie. Stasera l’ultima voce, rigorosamente ufficiosa, non sia mai che su un tema di così “poca” presa sull’opinione pubblica si facciano comunicazioni ufficiali, dice che per rispondere a una necessità stimata in provincia di una quarantina di posti letto si destinerebbe a Covid un piano dell’ospedale di Camerino e la Medicina di Urgenza di Civitanova oltre all’apertura di sette posti letto di intensiva al Covid hospital di Civitanova. Posti che si aggiungono a quelli della ex palazzina di Malattie infettive di Macerata, al momento completa.

Quella appena citata sarebbe la soluzione, non è ben chiaro se si tratti di una soluzione scientifica frutto della decisione dell’Asur diretta dalla dottoressa Nadia Storti o di una mediazione politica frutto dell’intervento della Regione. Però, come detto anche su altre questioni dall’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini «le decisioni tecniche sono di competenza dei dirigenti che saranno valutati in base ai risultati prodotti». Bene, nel frattempo? Chi è ricoverato in un container e gli viene detto che per lui non c’è posto nei reparti cosa deve pensare? I famigliari dei pazienti in questione da giorni stanno chiedendo a gran voce interventi, anche perchè è ben chiaro che i posti letto negli ospedali maceratesi ci sarebbero se si desse corso a quanto previsto nel piano pandemico approvato e rivisitato anche di recente dalla Asur nei suoi aspetti più territoriali, come quelli di Macerata, Civitanova e Camerino. Però da tempo si danno per imminenti decisioni che alla fine della giornata non arrivano. Un altro passaggio non è chiaro: se nella prima ondata pandemica la dirigenza Asur ha destinato a Covid ospedali interi, evitando contagi in reparti destinati alle altre attività, perchè ora avanza in maniera opposta? Tante le domande che vengono poste in questi giorni, l’emergenza però è legata alla necessità di dare risposte veloci, non post sui social, alle persone che rischiano la vita nei container senza essere dirottate velocemente nei reparti più appropriati per essere curate. Reparti dove comunque si lotta per la vita, ma almeno con la sicurezza per i pazienti e per i loro cari che si sta facendo tutto il possibile per salvarli, con le strumentazioni più idonee. Domani è un altro giorno, la calma in questi casi non è una virtù. E’ tempo, passato, di prendere decisioni e di attuarle. Infine una curiosità: se i contagi ci sono ora, anche tra il personale sanitario, in reparti di ospedali finora definiti “free covid”, come si pensa di garantire la sicurezza ricorrendo a soluzioni promiscue, Covid e no Covid? Bisognerebbe avere ospedali in cui sia possibile garantire percorsi puliti e percorsi sporchi. Ci sono questi ospedali in provincia?

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X