Covid, 38 pazienti nei pronto soccorso:
tre anche a Camerino

IL BOLLETTINO del servizio Sanità - Nella nostra provincia altre quattro persone in più rispetto a ieri: oltre a quelli nella città ducale, ce ne sono 16 a Macerata e 19 a Civitanova. A questi si aggiungono i 98 che hanno trovato un posto letto: 55 al Covid center tra intensivi e non e 43 all'ex Malattie infettive del capoluogo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
gialla-18-11-650x436

Il bollettino con i dati dei ricoveri del servizio Sanità (clicca sull’immagine per leggerlo integralmente)

 

Continuano ad aumentare le persone “non ricoverate” nei pronto soccorso del Maceratese: quattro in più rispetto a ieri, tre a Camerino e una Macerata. Nel capoluogo dunque il totale è arrivato a 16, a Civitanova resta fermo a 19, nella città ducale tre, per un totale di 38 persone che sono “parcheggiate” in attesa di ricovero o di essere mandate a casa. Più della metà di quelli che sono nei pronto soccorso di tutta la Regione, 74. E questo potrebbe dirla lunga su quanto l’Area Vasta 3 sia indietro sulla gestione della pandemia rispetto alle altre quattro, probabilmente anche per via del fatto che ancora manca un direttore dall’uscita di scena di Alessandro Maccioni.

Covid_Cointainer_FF-9-325x217

Un trasporto all’ospedale di Macerata

Quanto al caso dei pazienti nei pronto soccorso, è dal 14 novembre che la Regione ha smesso di conteggiarli come ricoveri, perché come ha spiegato in Consiglio ieri l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, rispondendo a un’interrogazione del Pd:  «Sono pazienti di cui non si conosce l’esito». Sono giorni però che questi pazienti aspettano e nel frattempo se ne aggiungono altri, tanto che ora anche Camerino ne ha tre. Al di là delle modalità di conteggio, questi numeri dimostrano comunque un fatto, già denunciato da più parti: nel Maceratese mancano posti letto Covid, o meglio un’altra struttura dedicata. Tanto che ormai anche il Covid center di Civitanova, inizialmente pensato solo per i pazienti più gravi, ha iniziato ad accogliere anche i pazienti non da intensiva o sub intensiva: al momento ce ne sono 13, sei in più di ieri. Da una parte dunque si continua sulla scelta di non voler riconvertire, come fatto a marzo, uno degli ospedali della provincia a Covid hospital, dall’altro si continuano a tenere nei pronto soccorso di quegli stessi ospedali pazienti positivi. Ad oggi nella nostra provincia ci sono dunque 98 persone ricoverate (esclusi appunti i pazienti in pronto soccorso): 42 nei reparti intensivi del Covid center, 13 nei reparti non intensivi del Covid center e 43 nell’ex Malattie infettive di Macerata. Mentre il numero di casi positivi è salito a 5.338. In tutte le Marche invece i ricoverati sono 606 (tre in più di ieri), di cui 79 in intensiva, 136 in semi-intensiva e 391 nei reparti non intensivi. A cui non sono aggiunti, oltre ai 74 pazienti nei pronto soccorso, anche i 159 pazienti presenti nelle strutture territoriali: le Rsa di Campofilone, Chiavaralle e Galantara e quelle di Ripatransone e Fossombrone. I dimessi nelle ultime 24 ore sono stati 18, mentre le persone in isolamento domiciliare hanno raggiunto quota 18.296 (+ 238 su ieri), di cui 4.881 nel Maceratese (+ 86 su ieri).

(Redazione Cm)

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X