«Dipendenti rimasti
nonostante la paura
Un premio in busta paga»

PASTA DI CAMERINO annuncia il bonus: «Potevano tirarsi indietro e mandare un certificato medico. Da noi non è successo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
lorenzo_federico

Lorenzo e Federico Maccari

 

«Nei primi giorni della pandemia era normale avere paura, e tirarsi indietro mandando magari un certificato medico, sarebbe stato comodo. Da noi non è successo e per questo i dipendenti meritano un premio». Così Federico Maccari, ceo di Entroterra spa, ha annunciato l’iniziativa di un bonus economico in busta paga per i dipendenti de La Pasta di Camerino.

«Proprio per sottolineare il valore del sacrificio, il coraggio di non mollare e il senso di responsabilità verso i colleghi e l’azienda quantificheremo il bonus rispetto ai giorni lavorati nel mese di marzo», ha aggiunto Maccari a nome della famiglia che ha fondato e detiene la proprietà dell’impresa. La filiera agroalimentare è stata chiamata a proseguire la produzione per non far mancare gli approvvigionamenti «anche se in questo mese abbiamo avuto grandi difficoltà nel settore logistico per assicurare i trasporti e abbiamo subito l’incremento del prezzo del grano duro». L’azienda che ha 70 dipendenti e produce pasta all’uovo, di semola e di grano antico Hammurabi utilizzando solo grano 100% italiano assicurando la tracciatura della filiera non può acquistare ciò che è disponibile al miglior prezzo come fanno altri. «Puntare sulla filiera trasparente è una scelta di qualità spesso costosa ma che ci distingue da ogni altro competitor e il consumatore l’ha capito», conclude Maccari.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X