In giro in auto con gli amici,
scattano le denunce

CORONAVIRUS - Undici persone sono state fermate a San Severino, Tolentino e Sarnano mentre erano a bordo di vetture insieme ad altre persone: c'è chi era stato a cena, chi faceva un giro e tre erano arrivati dal Fermano perché volevano passare il periodo di isolamento in un'area camping
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Undici persone denunciate ieri dai carabinieri per violazione del decreto “Io resto a casa”. Da casa si può uscire ma solo per casi di necessità, per acquisto di generi alimentari, per andare in farmacia, per fare attività sportiva. Un delle cose che però non si può fare è andare in auto in più persone perché non si rispetta la distanza di un metro, anche se si usano le mascherine. A San Severino i carabinieri della locale stazione la scorsa notte hanno fermato un’auto con a bordo cinque giovani. Il conducente ha riferito ai militari che avevano trascorso la serata insieme cenando a casa sua e che li stava riaccompagnando uno ad uno alle rispettive abitazioni: sono stati tutti denunciati.

A Sarnano i militari della stazione hanno fermato un’auto con a bordo tre persone provenienti dal Fermano e che volevano andare all’area camping di Sarnano dove hanno una roulotte per trascorrere lì il periodo di emergenza per il Coronavirus: anche per loro è scattata al denuncia. Nel pomeriggio di ieri a Tolentino la pattuglia della Stazione ha fermato un’auto con a bordo tre giovani del posto che stavano facendo un giro in auto: anche per loro è scattata la denuncia. Comportamenti che un tempo erano normali oggi possono causare rischi sia per se stessi che per gli altri e vanno evitati. I carabinieri e le altre forze dell’ordine stanno compiendo controlli serrati. Il procuratore Giovanni Giorgio potrebbe, in caso si ripetano simili casi, decidere di aggravare le conseguenze del reato.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X