Controlli serrati,
coinvolto l’esercito:
sotto la lente ogni spostamento

COVID-19 - La prefettura di Macerata ha dato input alle forze dell'ordine di svolgere accertamenti capillari. Anche se ci si muove nel comune dove si vive serve l'autocertificazione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

CoronaVirus_Polizia_FF-4-650x434

 

Controlli serrati anche con l’aiuto dell’esercito per verificare i motivi per cui si esce di casa. Queste le linee guida che la prefettura ha inviato ai Comuni per contrastare il Coronavirus. Per gli spostamenti, dice la prefettura, le persone dovranno avere il modulo predisposto per l’autocertificazione (viene comunque fornito dalle forze dell’ordine in caso si venga fermati) «necessario a comprovare le ragioni giustificative della circolazione in tutti gli spostamenti effettuati, compresi quelli all’interno dello stesso comune». Le forze di polizia, i comandi delle polizie locali ed il comando della polizia provinciale sono stati invitati a svolgere capillari e serrati servizi di controllo, diretti a verificare le motivazioni di chi viene trovato in giro. Per assicurare l’esecuzione delle misure di contenimento è stato coinvolto anche il personale delle forze armate, già presente sul territorio maceratese per il controllo delle “zone rosse”. Il prefetto di Macerata, Iolanda Rolli, «auspica la più ampia collaborazione da parte di tutti i cittadini ai quali rinnova l’appello, affinché, responsabilmente, vengano rispettate le misure varate dal Governo».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X