Covid-hospital a Civitanova:
pronti 16 posti in Rianimazione

CORONAVIRUS - L'ospedale è pronto ad ospitare i primi pazienti che sono rimasti contagiati. Il sindaco Fabrizio Ciarapica: «In caso di allargamento del contagio verranno trasformati i reparti di Utic, Cardiologia e Medicina. Questa situazione deve far capire che l’ospedale unico non è la soluzione. Vorrei la Regione ci rassicurasse che in futuro ci sarà un potenziamento»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
ospedale-di-civitanova-archivio-arkiv-FDM-9-650x437

L’ospedale di Civitanova

 

di Laura Boccanera

Covid-hospital a Civitanova: il primo reparto ad ospitare i pazienti sarà la Rianimazione. Prima disponibilità di 16 posti, in caso di allargamento del contagio verranno trasformati i reparti di Utic, Cardiologia e Medicina. Lo annuncia il sindaco Fabrizio Ciarapica dopo uno scambio di informazioni con il direttore generale Asur Nadia Storti.

ciarapica-mascherina-vigili-urbani-civitanova-FDM-2-325x213

Il sindaco Ciarapica oggi con la mascherina

«Ho chiesto aggiornamenti sulla situazione sanitaria e su quanto accadrà al nostro ospedale dopo la decisione della giunta regionale di utilizzarlo come presidio Covid – ha detto il sindaco – per quanto riguarda il nostro ospedale, il direttore mi ha informato che si utilizzerà in via prioritaria il reparto di Rianimazione che dispone di 10 posti di terapia intensiva più 6 di terapia semintensiva. Qualora ci sia necessità di reperire ulteriori posti oltre la disponibilità dei sedici si andrà gradualmente a prenderli in altri reparti partendo da Utic, Cardiologia fino a Medicina. Tuttavia la speranza dei sanitari è che le misure di contenimento che si stanno adottando non ci portino verso questo scenario». Ciarapica approfitta del ragionamento sulla sanità per ribadire anche la fragilità della ratio su ospedale unico: «questa situazione drammatica, che mi auguro supereremo in tempi brevi, deve servire a capire che l’ospedale unico non può essere la soluzione – dice – passata l’emergenza, quello che si è perso oggi si recuperi e quello che non era previsto si preveda, vale a dire un potenziamento. Vorrei che la Regione ci rassicurasse prendendo questo impegno. Mi spingo a fare una proposta, senza la pretesa di entrare nel merito sanitario ma solo da amministratore della più grande città della provincia: che i due piani, ancora inutilizzati sopra al pronto soccorso, vengano dedicati ad allestire un reparto di eccellenza per le malattie infettive che integri i servizi sanitari offerti già dalla nostra struttura ospedaliera. Se in questo momento di emergenza Civitanova è stata scelta come centro Covid rispetto a Macerata anche perchè più baricentrica, popolosa e facile da raggiungere, queste stesse motivazioni dovranno essere prese in seria considerazione per le scelte future».

 

Covid-Hospital Civitanova è ufficiale, a Macerata un’area dedicata: ecco le misure varate dalla Regione

Sarà evacuato l’ospedale di Civitanova Lo ha deciso la Regione Tante le strutture per i contagiati

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X