Battesimo HR Maceratese,
la festa delle Casette
si colora di biancorosso (Le foto)

VERNISSAGE - Il presidente Crocioni si appella ai tifosi: «Stateci vicini, venite allo stadio. Siamo pronti a riaprire anche altri settori dell’Helvia Recina se la risposta sarà importante». Annunciato un nuovo sponsor: l'Oro della Terra. Entusiasta il sindaco Carancini: «Il cammino intrapreso è quello giusto»
- caricamento letture

maceratese-torr-1-650x434

maceratese-torr-2-267x400

Il presidente Alberto Crocioni con Benedetto Verdenelli

 

di Mauro Giustozzi

(foto di Carlo Torresi)

La passerella di società, prima squadra e settore giovanile, le miss che indossano le nuove maglie da gioco, foto storiche e d’archivio che scorrono sullo sfondo per ricordare la grandeur che fu della Rata e che la strada, seppur appena all’inizio, verso quei traguardi deve guardare. La festa delle Casette si colora di biancorosso in una giornata che la città dedica al ritorno della sua squadra. Prima allo stadio Helvia Recina poi nel popoloso antichissimo quartiere del capoluogo. Condotta da Benedetto Verdenelli coadiuvato da Chiara Sabbatini si è svolta ieri sera la presentazione della nuova HR Maceratese che si appresta ad iniziare una stagione impegnativa. Numerosi i tifosi che non sono voluti mancare al vernissage e non sono mancate presenze anche curiose e interessate come quelle, tra le altre, del dirigente della Pallavolo Macerata, Gianluca Tittarelli, o del presidente dell’Anffas Marco Scarponi. «Non mi aspettavo tanto calore qui stasera –ha esordito il presidente Alberto Crocioni chiamato per primo sul palco dal conduttore Verdenelli-. In questi ultimi mesi ho capito che questo impegno non è affatto semplice e la vita è dura ogni giorno da dirigente dell’HR Maceratese. Io dico che ce la metteremo tutta: speriamo di far bene e che la gente di Macerata lo apprezzi e ci stia vicina. Faccio un appello ai tifosi: stateci vicini, venite allo stadio. Siamo pronti a riaprire anche altri settori dell’Helvia Recina se la risposta sarà importante. Un grazie anche agli sponsor che, quest’anno più che in passato, ci stanno vicini e ci sostengono. Voglio annunciare che l’ultimo arrivato è un marchio di prestigio come quello de l’Oro della Terra così come non dimentichiamo lo sponsor etico di Admo (Associazione donazione midollo osseo) con la quale la collaborazione è già attiva da tempo. Nelle ultime amichevoli non avevamo fatto bene e c’era bisogno di un buon risultato per iniziare bene la stagione. Lo abbiamo ottenuto con una bella partita vinta col Camerino».

maceratese-torr-8-325x325Mentre sul palco sono salite Cheyenne e Benedetta, le ragazze immagine della Maceratese, entrambe purosangue ‘pistacoppe’, indossando le due maglie da gioco per la nuova stagione, il tecnico Francesco Moriconi ha sottolineato come il prossimo campionato di Promozione «equivale ad un Eccellenza mascherata vista la qualità di diverse formazioni che lotteranno per la vittoria finale. Siamo orgogliosi di aver ridato vita a questa maglia ed a questa società dopo un anno senza calcio in città. Sappiamo benissimo che contro di noi gli avversari moltiplicheranno le energie e noi dovremo farci trovare pronti. Bisogna partire bene in campionato: sono certo che con i risultati positivi anche il pubblico tornerà allo stadio e potrà essere il dodicesimo uomo per spingerci a risultati importanti». Su questo aspetto si è soffermato anche il diesse Giammario Cappelletti che ha ribadito come questo «gruppo sia serio, compatto, determinato. L’obiettivo è di riportare quella fetta di tifoseria che è scettica nei nostri confronti a frequentare l’Helvia Recina».

maceratese-torr-11-325x217

Sul palco anche il sindaco Romano Caranicni e l’assessore Alferio Canesin

Non poteva mancare il saluto del sindaco Romano Carancini che ha sponsorizzato da subito questa operazione di rinascita del calcio biancorosso tramite il contributo decisivo dell’Helvia Recina di Crocioni. «Non ho sentito un applauso forte per questa prima vittoria in una partita ufficiale della Maceratese –ha esordito il primo cittadino abbracciando il presidente Crocioni- e allora facciamolo tutti assieme. Questa sera, qui ed allo stadio, c’è la Macerata vera, quella che ama questi colori e che non può non essere vicina alla società, al suo presidente Alberto Crocioni che si merita un applauso ed un ringraziamento per quello che ha fatto e che sta facendo per il calcio cittadino. Sono tornati i colori biancorossi in uno stadio che ha legato il suo passato alla Maceratese. Di questo dobbiamo essere grati a Crocioni ed ai dirigenti del sodalizio. Io ho fiducia: il cammino intrapreso è quello giusto, il profilo pure. Con umiltà si riparte dal campionato di Promozione. Il nome Maceratese, che ora pare ingombrante, sono certo che invece aiuterà questa società in futuro. L’amministrazione conferma la sua vicinanza a questa nuova società». Sul palco anche l’assessore allo Sport Alferio Canesin che non ha potuto che sottolineare come «la prima squadra è importante perché fa da traino per portare gente allo stadio ma il futuro è il settore giovanile. Senza il quale nessuna società può pensare di vivere e progredire nella sua attività sportiva».

Sul palco della festa delle Casette non poteva mancare poi il decano dei giornalisti sportivi maceratesi, Enrico Scattolini che ha commentato una serie di fotografie storiche della Maceratese messe a disposizione da Augusto Serrani altra penna che per tanti anni ha seguito il calcio biancorosso. Da quelle degli anni Sessanta in cui spiccavano i vari Mazzanti, Ferretti, Rega, Prenna, Giammarinaro col presidente il senatore Ballesi a quelle degli anni Ottanta segnate dai gemelli del gol Pagliari e Morbiducci con a Palazzo De Vico dirigenti come il senatore Tambroni e l’avvocato Nascimbeni. Fino ad arrivare al ‘professor Frinzi’ ed alle vittorie più recenti degli anni Novanta e Duemila del sodalizio biancorosso. Che riparte dalla Promozione per provare l’ennesima scalata al calcio nazionale.

maceratese-torr-10-650x434maceratese-torr-13-650x434

maceratese-torr-4-650x434

maceratese-torr-9-650x434maceratese-torr-5-650x434

maceratese-torr-15-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X