Sciopero della fame per Peppina

CURIOSITA' - Ugo Malagoli, residente a Mirandola, comune terremotato nel 2012, ha iniziato a digiunare con tanto di foto della bilancia postate sul social network Facebook. E' arrivato al quinto giorno
- caricamento letture

Peppina_Fiastra_FF-15-650x433

Giuseppe Fattori

 

ugo-malagoli-digiuno-peppina1-650x650

Il peso di Malagoli al quinto giorno di digiuno

 

«Nonna Peppina, digiuno per te». Ugo Malagoli che vive a Mirandola ha cominciato uno sciopero della fame con tanto di post quotidiano su Facebook in cui inserisce una fotografia della bilancia con il peso che da 77,2 chili è calato nell’arco di 5 giorni a 74,1. Una protesta tra frigorifero e social per chiedere che la 95enne di Fiastra possa far rientro nella casetta posta sotto sequestro perché edificata senza i necessari permessi. Difficile però che un giudice possa contravvenire il codice per dar retta ad una bilancia. Insomma, torna di moda lo sciopero della fame, dopo le iniziative messe in campo da diversi politici per l’approvazione della legge sulla cittadinanza, lo Ius Soli. 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

DSC3687-55x55

Sfratto di Peppina, lettera a Mattarella: “Occorrono norme adeguate”

libro-agata-turchetti-2-55x55

“Mia mamma Peppina, la voce di una comunità che non vuole morire”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X