BM, Spacca apre a un gruppo bancario esterno

Il governatore delle Marche riconosce che la cordata di imprenditori locali non è sufficiente
- caricamento letture
spacca-gian-mario-evidenza

Il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca

”E’ importantissimo che Banca delle Marche resti nella disponibilità dell’economia regionale: auspichiamo la liberazione di tutte le energie del territorio, a partire da quelle imprenditoriali ma non solo, perché l’obiettivo della ricapitalizzazione dell’istituto fissato da Bankitalia (300 mln di euro più eventualmente altri 100 ndr) sia raggiunto”. Lo ha detto  il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca.
«La ricapitalizzazione di Banca Marche –  riconosce però Spacca – non potrà avvenire solo con l’impegno della cordata di imprenditori chiamata a raccolta nei mesi scorsi». Sarà indispensabile il supporto di un gruppo bancario, e il governatore spera si tratti di ”un istituto di credito dalle caratteristiche coerenti con le necessità del territorio. Una banca che non sia orientata a dinamiche esclusivamente speculativo-finanziarie ma pronta a sostenere il tessuto delle Pmi locali”, aiutandole ad uscire dalla recessione.
L’insediamento di due commissari di Bankitalia, cui BM è affidata in gestione provvisoria per un paio di mesi, è visto positivamente da Spacca, perché consente alla cordata di imprenditori, coordinata dall’avvocato Paolo Tanoni, di operare in un orizzonte temporale più ampio e in un quadro più certo.
Stando alle ultime indiscrezioni, dei 29 imprenditori che avevano messo per iscritto la loro disponibilità a partecipare all’aumento di capitale, almeno 12-13 sarebbero pronti a investire quote più rilevanti di quelle ipotizzate a inizio estate, fino a raggiungere un tetto complessivo di circa 150-170 milioni di euro. Sempre che nel frattempo la Vigilanza non riveda al rialzo la somma prefissata di 300 mln di euro.

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X