Premi alla sanità, Ceriscioli ai sindacati:
«Concludete presto le trattative
così velocizziamo le erogazioni»

IL GOVERNATORE lancia un appello per arrivare allo stanziamento dei 20 milioni di euro promessi: «A costo di arrivare ad una trattativa a oltranza, è ora di concludere». VIDEO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'appello di Ceriscioli ai sindacati

 

Premi di 20 milioni di euro per gli operatori sanitari, il governatore Luca Ceriscioli: «Concludete presto le trattative, così velocizziamo le erogazioni. Il tempo non è una variabile indipendente, farne passare troppo vuol dire penalizzare chi ha dato tutto in questa emergenza».

ceriscioli-333-650x500

Il governatore Luca Ceriscioli

Il presidente della regione ha inviato questo messaggio alle sigle sindacali che partecipano ai tavoli per la definizione dei criteri per la distribuzione dei 20 milioni di premi ai sanitari. «Esattamente un mese fa – evidenzia Ceriscioli – la Regione firmava un accordo con i sindacati stanziando 20 milioni di euro a favore di tutti coloro che hanno lavorato nell’emergenza Covid dentro le strutture sanitarie. Una scelta forte, molto chiara, di sostegno in termini materiali rispetto alle persone che hanno vissuto in prima linea questa emergenza, con un valore di circa mille euro per addetto che ovviamente vanno distribuiti secondo dei criteri. A distanza di un mese questi fondi non sono stati ancora erogati perché serve per il loro utilizzo l’accordo con i sindacati. L’accordo sindacale sta avendo questi giorni, spero, le ultime riunioni e quindi mi sembra importante dopo un mese, fare un appello a tutte le sigle che partecipano a queste trattative, perché si possa andare rapidamente a conclusione ed erogare quelle risorse. Il tempo non è una variabile indipendente, non possiamo farne passare troppo, non è giusto nei confronti di tutte queste persone». Ceriscioli conclude dicendo che «L’auspicio è che si chiuda velocemente l’accordo e che si possa attraverso le aziende distribuire finalmente questi fondi. A costo di fare una trattiva ad oltranza in cui ci si alza quando è finita, è arrivato il momento di concludere per garantire ciò che è stato stabilito ai destinatari delle risorse».

 

Più soldi agli operatori sanitari in prima linea contro il Covid: sindacati pronti alla mobilitazione

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X