In libreria o ai negozi per bambini?
Va indicato stato di urgenza o necessità

CORONAVIRUS - Tanti si chiedono cosa scrivere sull'autocertificazione per andare nei negozi che hanno avuto il permesso di riaprire da martedì scorso
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

coronavirus-civitanova-libreria-ranieri-FDM-4-650x433

 

Librerie, cartolerie, negozi per bambini: sono aperti ma tanti si chiedono cosa vada indicato sul foglio di autocertificazione in caso si venga fermati. Una domanda a cui risponde il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Michele Roberti, che spiega che «il motivo da indicare è quello di urgenza o necessità, che è lo stesso che si usa per quando si esce per andare a fare la spesa». Se si esce e non si ha il modulo di autocertificazione? «Le nostre pattuglie sono dotate dei fogli prestampati» aggiunte il comandante. Insomma per chi vuole comprare libri o andare ad acquistare prodotti per bambini è la stessa cosa che fare la spesa. Questo tipo di negozi sono stati riaperti martedì scorso su disposizione del governo. Si affiancano a quelli dove erano in vendita beni di prima necessità come negozi alimentari e farmacie.

(Redazione CM)

Librerie, cartolerie e negozi per bimbi: riaperture a macchia di leopardo «Massima cautela e sicurezza»

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X