Rogo al Cosmari,
per il pm c’è il disastro ambientale

TOLENTINO – Sopralluogo del sostituto Luigi Ortenzi questa mattina al consorzio. Il magistrato ora nel fascicolo ipotizza un secondo reato
- caricamento letture
L'incendio al Cosmari

L’incendio al Cosmari

Incendio al Cosmari, nuove contestazioni della procura: ora nel fascicolo è ipotizzato anche il disastro ambientale colposo oltre all’incendio doloso. Questa mattina il sostituto Luigi Ortenzi ha effettuato un sopralluogo al consorzio di Tolentino insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri. Il magistrato ha costatato come ormai il rogo sia del tutto domato, cosa che comunque ha richiesto numerosi giorni di lavoro ai pompieri che hanno lavorato 24 ore su 24 in più squadre. All’indomani dell’incendio il pm aveva già aperto un fascicolo per incendio doloso in modo che venissero contemplate tutte le ipotesi, da quella accidentale a quella colposa e al fatto che dietro lo scaturirsi delle fiamme ci fosse la mano di qualcuno. Al momento, in base a quanto emerge, l’ipotesi degli inquirenti rimarrebbe quella del corto circuito su uno dei mezzi utilizzati nel deposito di multimateriale che è stato devastato dalle fiamme. Si attendono i risultati dell’analisi dell’Arpam che potrebbero arrivare a ore, forse già in serata o domani mattina. Il disastro al Cosmari ha causato un danno che si aggira tra gli 8-9milioni di euro. L’incendio si era generato nella notte tra l’8 e il 9 di luglio.

(Gia. Gin.)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X