Sciapichetti, Biagiola, Giannini, Marcolini
Partita la corsa per il Consiglio regionale

ELEZIONI - Consultazioni fino a domenica nei circoli del Pd per le candidature. Anche la segretaria provinciale Teresa Lambertucci "a disposizione"
- caricamento letture
Alessandro Biagiola, Pietro Marcolini, Sara Giannini e Angelo Sciapichetti sono alcuni dei noti fatti nelle prime consultazioni nei circoli del Partito Democratico

Alessandro Biagiola, Pietro Marcolini, Sara Giannini e Angelo Sciapichetti sono alcuni dei noti fatti nelle prime consultazioni nei circoli del Partito Democratico

di Gabriele Censi

Entrano nel vivo le consultazioni per le candidature a consigliere regionale. Dai circoli del Pd della provincia arrivano i primi nomi come il recanatese Alessandro Biagiola, assessore provinciale all’urbanistica, l’assessore regionale Sara Giannini (per lei sarebbe il terso mandato, possibile solo con deroga allo statuto), il competitore di Cerescioli alle primarie Pietro Marcolini e il consigliere uscente maceratese Angelo Sciapichetti. Le riunioni sono iniziate e si svolgeranno fino a domenica in tutti i circoli del partito. Solo indicazioni per una valutazione complessiva e di sintesi che, come spiega la segretaria provinciale Teresa Lambertucci, dovranno tenere conto di diversi criteri: «Sono tre quelli principali, la rappresentanza di genere, quella territoriale e quella delle diverse posizioni politiche. Poi serve competenza e capacità di attrarre voti, per una lista forte che porti un numero sufficiente di consiglieri ad Ancona e permettere al nuovo presidente di governare le Marche.» Infatti le nuove soglie per raggiungere il premio di maggioranza possono produrre un vincitore non autosufficiente e la necessità di stipulare alleanze. Uno spettro da evitare secondo la Lambertucci che si mette a disposizione del partito anche per una sua eventuale candidatura precisando: «Non l’ho chiesta e non è stata avanzata ad oggi da nessuno, ma siamo, come dirigenti, tutti a disposizione del partito»

Dall’ente provinciale in smobilitazione sono molti i consiglieri e amministratori che tenteranno la via per Palazzo Raffaello. Oltre a Biagiola, per ora in ‘nomination’, dalla Giunta è nota da tempo la candidatura con la lista civica di appoggio a Ceriscioli, dell’assessore alla Cultura Massimiliano Bianchini e potrebbe essere in campo anche il presidente Antonio Pettinari che attende nelle prossime ore a Roma che si sciolga il nodo delle alleanze. Se verrà bocciata la sua linea e l’Udc andrà a rinforzare Area Popolare e Marche 2020 per lui c’è pronta la lista centrista pro-Pd con Nuova Democrazia Cristiana, Democrazia Solidale e forse anche il Centro Democratico. Lo schema di Ceriscioli prevede appunto due listoni affiancati al Partito Democratico: i Civici con la vecchia Alleanza riformista (Psi e Verdi e) e i centristi già citati. Ricordiamo che i posti disposizione per la circoscrizione di Macerata sono soltanto sei.

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X