Ucchielli: “Il Pd era fuori dai giochi di Banca Marche”

Il segretario regionale del partito ha segnalato che la situazione è nettamente peggiorata
- caricamento letture
palmiro-ucchielli

Palmiro Ucchielli, segretario regionale del Partito Democratico

”Noi non c’entriamo. Non abbiamo mai avuto né un parente né un amico in Banca Marche. Il Pd era ed è fuori da questi giochi”. E’ quanto affermato oggi Palmiro Ucchielli, segretario regionale del Pd nel corso di una conferenza stampa. Su Banca Marche, “si è perso tempo, e alla fine c’è anche chi ha perso una barca di quattrini, mentre le imprese e le famiglie marchigiane continuano a soffrire”. Non ha usato mezzi termini il segretario per esprimere la “fortissima preoccupazione” dei Democratici per lo stato del principale istituto di credito regionale, ormai a un passo dal commissariamento.

“La situazione – ha osservato durante una conferenza stampa – è nettamente peggiorata: il presidente Rainer Masera, che sembrava dovesse salvare BM, si è dimesso, quasi tutto il Cda è dimissionario, e gli imprenditori locali che dovevano partecipare alla ricapitalizzazione si sono allontanati, o almeno così sembra”. Verosimilmente Banca Marche finirà nell’orbita di un grande istituto di credito, un’operazione che avrebbe potuto essere fatta ”più utilmente a suo tempo, quando BM valeva di più”. E invece ci si è gingillati con l’idea del ”piccolo è bello, della banchetta locale”. Ma avere una ‘ banca del territorio’ è sempre stato il leit-motiv della politica marchigiana, hanno obiettato i giornalisti e a questo punto Ucchielli ha preso le distanze.

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X