«Il Divini è una nostra priorità,
la gestione è tornata alla Provincia»

SAN SEVERINO - Il sindaco Rosa Piermattei risponde alle critiche della minoranza che parla del cantiere che sta smobilitando. «Non sapevamo nulla e nemmeno il commissario Castelli che all’indomani della notifica del lodo elaborato dal collegio tecnico consuntivo ha preso contatti con l’impresa che non ha manifestato l’intenzione di dismettere il cantiere»

- caricamento letture

Castelli-e-Piermattei

La sindaca Rosa Piermattei con il commissario alla ricostruzione Guido Castelli

«Abbiamo sempre fatto il massimo per la costruzione dell’Istituto tecnico tecnologico statale “Eustachio Divini”, che è considerata un’opera primaria da questa amministrazione comunale» dice il sindaco di San Severino, Rosa Piermattei, rispondendo alla minoranza che ieri ha sollevato la questione del cantiere per ricostruire la scuola che sta smobilitando. Il sindaco parla dell’impegno della giunta «in prima linea, perché il cantiere non solo si aprisse ma andasse avanti anche dopo uno stop forzato a fine 2020. Il nostro interesse è che l’istituto venga finito al più presto e mi sembra assurdo che la minoranza metta in discussione questo, facendo dell’argomento ancora una questione da campagna elettorale».

2023-06-26-ore-07.33.03-e1687872353420-650x628

Il cantiere del Divini

Poi spiega la questione «come già riferito in aula nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, dinnanzi alla necessità di una nuova variante la struttura commissariale ha deciso di ridare la gestione della ricostruzione della scuola alla Provincia, ente che ha messo a disposizione anche un nuovo direttore dei lavori. Il comune di San Severino è quindi uscito dalla gestione della ricostruzione del nuovo “Divini”. L’ordinanza speciale numero 14 della struttura commissariale riconsegna di fatto al proprietario della scuola, cioè la Provincia, il compito di seguire il cantiere». Inoltre, continua il sindaco «In merito allo stop del cantiere non sapevamo nulla come nulla sapeva il commissario Guido Castelli che ha chiarito che all’indomani della notifica del lodo elaborato dal collegio tecnico consuntivo ha preso immediati contatti con l’impresa che non ha manifestato l’intenzione di dismettere il cantiere. I contatti tra me e il commissario – precisa ancora il primo cittadino settempedano – sono pressoché quotidiani anche per sollecitare le opere, oltre che per essere aggiornata sui lavori. Finchè un funzionario del Comune risultava direttore delle opere, infatti, avevamo informazioni dirette. Da quello che mi è stato riferito, comunque, l’ufficio del commissario – conclude Piermattei – ha deciso di avviare subito un confronto formale per comprendere le reali intenzioni dell’azienda».

Itis Divini da completare ma il cantiere smobilita: «E il sindaco non informa i cittadini»

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X