Fratelli d'Italia

«Progetto per il Varco sul mare,
250mila euro al Politecnico spacchettati:
Ciarapica ha concretizzato il fuori onda»

ELEZIONI CIVITANOVA - La denuncia di Giulio Silenzi, capogruppo dem uscente, che mostra una determina di novembre 2021: «Hanno fatto ciò che dicevano a fine ottobre 2020 nel famoso video post Consiglio, quando il sindaco e il segretario comunale parlavano di incarichi sotto soglia»
- caricamento letture
fuori-onda-varco-sul-mare

Uno screen del video fuori onda pubblicato da Silvia Squadroni in cui si parla del Varco sul mare

 

di Giovanni De Franceschi

Il video fuori onda del post Consiglio comunale irrompe nuovamente nella campagna elettorale. E lo fa in relazione al progetto del Varco sul mare, uno degli ultimi presentato dal sindaco uscente Fabrizio Ciarapica agli elettori. «Hanno concretizzato ciò che dicevano a fine ottobre 2020 quando parlavano di incarichi sotto soglia», denuncia Giulio Silenzi.

La famosa clip del post consiglio comunale del 20 ottobre 2020 resa pubblica dalla candidata sindaca Silvia Squadroni e su cui la Procura sta svolgendo accertamenti torna al centro della scena politica. In particolare per quanto riguarda il passaggio in cui Ciarapica, il segretario comunale Sergio Morosi e il presidente del Consiglio Claudio Morresi parlano appunto del progetto per il Varco sul mare.

Sono i primi due a parlare. Ciarapica, riferendosi al segretario dice: «Senti, invece il progetto della riqualificazione della piazza fino al Varco, quello penso stanno a buon punto (il Politecnico, ndr), penso che in una decina di giorni ci consegnano il progetto». Morosi: «Dai ripiglia i rapporti con la maggioranza su questo». Ciarapica: «Sì questo già l’abbiamo fatto, secondo me entro la fine dell’anno possiamo già andare…». Morosi: «Un preliminare almeno…». Ciarapica: «Un preliminare almeno per assegnare il primo stralcio di lavori, ce l’abbiamo i soldi?». Morosi: «Sì ce l’avremmo, con quello che resta di Gas Marca si potrebbe fare. Però il lavoro lì è: una volta avuta l’idea definita ci vuole a fare il progetto esecutivo». Ciarapica: «Ma il progetto esecutivo, ascolta: loro il preliminare l’hanno quasi finito, progetto esecutivo chi lo fa? Lo fa sempre loro? (il Politecnico, ndr)».  Morosi: «Eh no perché poi mi sa che andiamo sopra con l’importo lì. Se ci fanno assistenza, quegli incarichi che lo fa l’ufficio con l’assistenza di qualcuno». Ciarapica: «Oppure lo fa Perugini dai (ridono, ndr)».

progetto-varco3-325x205

Un rendering del progetto per il Varco sul mare mostrato al Cecchetti

Insomma, il sindaco chiede al segretario come fare per concretizzare il progetto per il Varco. E il segretario gli fa notare che non avrebbero potuto affidare il progetto esecutivo direttamente al Politecnico di Milano (che già si era occupato di una prima bozza del progetto) perché altrimenti avrebbero superato la soglia consentita dalla legge per gli incarichi diretti. E così si parla di far fare il progetto all’Ufficio tecnico con l’assistenza del Politecnico. Detto fatto dopo poco più di un anno, secondo quanto denuncia il capogruppo dem uscente Giulio Silenzi, che ha “pescato” una determina dall’Albo pretorio dell’11 novembre 2021. Determina che ha ad oggetto:  “Attività di supporto e di coaching per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo relativo all’area Varco a mare da parte dell’Ufficio tecnico comunale. Attivazione wp4.1”. «Quegli incarichi che lo fa l’ufficio con l’assistenza di qualcuno».

progetto-porto-dubai-silenzi-civitanova-FDM-9-325x217

Giulio Silenzi (Pd)

Silenzi tira fuori la determina dopo che il sindaco Ciarapica, ricandidato per il bis, ha presentato lunedì sera al Cecchetti, in presenza anche dei tecnici del Politecnico, il nuovo progetto per il Varco sul mare e tutta la zona che parte da piazza XX Settembre per arrivare a ridosso delle spiagge.

Innanzitutto Silenzi contesta la modalità con cui il sindaco uscente ha usato, a suo dire, a scopi elettorali, il progetto. «Ciarapica – attacca – ha raggiunto il  massimo livello di sfrontatezza e illegalità, perché lui ha scippato un lavoro che appartiene al Comune e con la complicità o meno del Politecnico ha presentato alla città questo “rendering” con una iniziativa di parte, elettorale e strumentale, da candidato. Hanno tenuto il progetto nel cassetto, non lo hanno fatto vedere alla città, al Consiglio, alle commissioni consiliari. In cinque anni, nonostante i soldi di Gas Marca, non sono riusciti neanche a tappare le buche al Varco sul mare e adesso hanno mostrato ai supporter questo bel filmato progettuale animato rubandolo di fatto al Comune».

determina-varco-sul-mare

La determina mostrata da Giulio Silenzi

Ma l’esponente dem non si ferma. «Ho scoperto – aggiunge infatti – questa determina di fine 2021 in cui si riconoscono al Politecnico 250mila euro dei civitanovesi per attività di supporto e di coaching per la redazione del progetto definitivo ed esecutivo da parte dell’ufficio tecnico relativo all’area Varco a mare. Il punto è che in questa determina concretizzano ciò che dicevano a fine ottobre 2020 nel famoso video fuori onda post Consiglio comunale quando Ciarapica e il segretario comunale parlavano di incarichi sotto soglia. L’importo di 250mila euro viene infatti spacchettato in tanti piccoli importi che non superano i 40mila euro. Tutto quello che è avvenuto calpesta la par condicio ed è una vergogna».

 

Sette sculture verso il mare, un’arena e una rivoluzione per piazza XX Settembre: Ciarapica ha presentato Civitasnova

Articoli correlati




 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1