facebook twitter rss

Ospedale unico a Macerata,
«dubbi sull’iter per il progetto»

SANITA' - Per Gianluca Busilacchi, consigliere di Art.1, ci sarebbero delle difformità rispetto alla procedura utilizzata a Pesaro. Presentata un'interrogazione in Consiglio regionale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
16 Condivisioni

 

Gianluca Busilacchi

 

«La procedura per il nuovo ospedale di Macerata diversa rispetto a quella seguita per Pesaro». Questo in sintesi il dubbio che solleva Gianluca Busilacchi, consigliere regionale di Art.1 con un’interrogazione che sarà discussa in Consiglio regionale.

Il problema per Busilacchi è l’iter che collega il momento della presentazione dei progetti al passaggio al Dipartimento per la programmazione economica (Dipe). Nel caso di Macerata, dove i progetti presentati erano due, «la commissione tecnica istituita dall’Area vasta 3 ha successivamente inviato il progetto prescelto al Dipe al fine della fattibilità del partenariato pubblico privato». Per Busilacchi «sarebbe rinvenibile una difformità nell’iter procedurale rispetto a quello riguardante il nuovo ospedale di Pesaro, per la realizzazione del quale si sarebbero trasmessi entrambi i Piani economico-finanziari al Dipe, non esclusivamente quello avanzato dalla società assegnataria». Il consigliere nell’interrogazione chiede «se ai due soggetti proponenti sono state fatte richieste di adeguamento dei progetti, quali siano stati i termini distintivi e le caratteristiche tecniche che hanno reso un progetto preferibile all’altro e, infine, per quale motivo non sono stati trasmessi al Dipe entrambi i progetti (come avvenuto nel caso di Pesaro) per una valutazione anche comparativa della fattibilità della proposta di partenariato pubblico privato».

Ospedale unico provinciale, scelto il progetto: ecco i render

Articoli correlati

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X