Ospedale unico alla Pieve,
valutazione ambientale strategica ok
ma la variante è da sistemare

SANITA' - La Provincia ha dato parere positivo a patto però di alcune modifiche che dovrà apportare il Comune. Nel mirino soprattutto aspetti tecnici, il traffico e possibili problemi di clima acustico che però vengono rimandati alla Via
- caricamento letture
ospedale_unico2-325x178

Il progetto dell’ospedale unico

 

di Federica Nardi

La Provincia ha dato un ok di massima alla Valutazione ambientale strategica per il nuovo ospedale di Macerata alla Pieve. Ora il Consiglio comunale dovrà aggiustare il tiro della variante secondo le indicazioni ricevute.

Il parere dell’ente guidato da Antonio Pettinari specifica infatti che «l’amministrazione comunale dovrà provvedere a far adeguare, prima della presentazione del piano per l’espressione del parere di conformità, tutti gli elaborati alle prescrizioni (riportate nel documento dell’ente, ndr) nonché a verificarne l’attuazione durante le successive fasi di progettazione e realizzazione».

AntonioPettinari_FF-1-325x216

Antonio Pettinari

Le prescrizioni in questione riguardano in particolare alcuni aspetti tecnici della variante (volumetria dei parcheggi, organizzazione della viabilità d’accesso all’area), questioni di acustica e l’annosa questione della viabilità e del traffico che già al momento nella zona è abbastanza critica. La valutazione, posto il parere positivo, solleva quindi alcune criticità: «La variante in esame, così come elaborata, può produrre importanti effetti negativi sull’ambiente, in quanto di fatto comporta un ulteriore aggravio rispetto all’attuale situazione viaria e dai relativi flussi di traffico – si legge nel documento -. Le carenze riscontrate all’interno dello studio trasportistico rendono necessario prescivere che lo stesso sia rivisto ed integrato secondo quanto indicato nel presente parere. Per alcuni tempi ambientali e di interferenze che portano ad un cumulo di potenziali rischi e impatti sulle tematiche aria, clima acustico e mobilità si rende necessario rimandare alla futura procedura di Via, dato il maggior dettaglio richiesto ed in quanto legate al progetto dei parcheggi e al funzionamento della struttura ospedaliera».

La palla ora passa al Consiglio comunale che dovrà adottare la variante con le integrazioni e le prescrizioni che gli sono state date. Il documento passerà poi in Provincia per valutare la variante e dare eventualmente la conformità (tempo massimo 180 giorni). Solo a quel punto la variante tornerà in Consiglio per l’approvazione definitiva. Nel frattempo il gruppo di lavoro che supporta Alberto Franca, responsabile unico del procedimento per la costruzione dell’ospedale, ha inviato lunedì al ministero la proposta ritenuta più idonea cioè quella elaborata da Itinera spa del gruppo Gavio (leggi l’articolo). Anche il direttore d’Area vasta 3, Alessandro Maccioni, ha parlato del progetto e di alcune ipotesi di reimpiego delle strutture dell’attuale ospedale nell’intervista a Cronache Maceratesi (leggi l’articolo).

Ospedale unico provinciale, scelto il progetto: ecco i render

«Ospedale unico alla Pieve? Progetto entro il 23 dicembre»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X