facebook twitter rss

Punto di primo intervento,
mozione di Bisonni:
«Personale insufficiente a Tolentino»

SANITA' - Il capogruppo dei Verdi in Consiglio regionale chiede alla Giunta di intervenire per risolvere il problema. Prevista la possibilità di bandire un concorso per l’individuazione di professionalità idonee
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
84 Condivisioni

 

Sandro Bisonni

 

Garantire nelle ore diurne l’attività del Punto di primo intervento di Tolentino, grazie all’impiego di personale medico dedicato. E’ questo l’impegno richiesto da Sandro Bisonni, capogruppo dei Verdi, alla Giunta regionale attraverso una mozione in Consiglio. La proposta prevede la possibilità di bandire un concorso specifico per l’individuazione, a tempo indeterminato, di professionalità idonee. Lo stesso Bisonni fa notare che «durante le ore diurne il personale attualmente presente al Punto di primo intervento di Tolentino non svolge un’attività esclusiva, ma è impegnato nelle attività ambulatoriali o di reparto e solo su chiamata, lasciando il proprio lavoro, va a coprire le altre esigenze. Spesso capita che sia operativo un solo infermiere». Infatti, nelle ore diurne non è presente il medico della continuità assistenziale, mentre quello del 118 è spesso chiamato a coprire le emergenze del territorio. «Dopo il sisma del 2016 – prosegue il capogruppo dei verdi -, è stato accolto il mantenimento dei Punti di primo intervento a Tolentino, Recanati e Cingoli. Questi presidi devono essere messi nelle condizioni di poter lavorare al meglio con efficienza ed efficacia. Per quanto riguarda Tolentino, il personale attivo al momento è sottodimensionato e incompatibile con le esigenze territoriali». Nella mozione Bisonni ha evidenziato il disagio del cittadino che recandosi al Punto di primo intervento trova un solo infermiere ad accoglierlo. «Mi auguro – conclude – che la Giunta risolva questa problematica al più presto».

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X