Master in europrogettazione,
Unicam prende casa a Civitanova

UNIVERSITA' - Inaugurata la sede per il master. Il rettore Flavio Corradini: "Inizia una splendida avventura. Lavoreremo a stretto contatto con la giunta per dare supporto alle idee e nuovo slancio alla città e alle sue imprese". Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta: "Guardiamo alla new economy, tra gli sviluppi concreti penso al restauro di beni architettonici e al nuovo braccio del porto"
- caricamento letture
da sinistra il presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna, il sindaco Tommaso Corvatta, il rettore Flavio Corradini e i docenti Marcello Pierini e Catia Eliana Gentilucci

Da sinistra il presidente del consiglio comunale Ivo Costamagna, il sindaco Tommaso Corvatta, il rettore Flavio Corradini e i docenti Marcello Pierini e Catia Eliana Gentilucci

Gli spazi della casa studenti anziani che ospitano il Master

Gli spazi della casa studenti anziani che ospitano il Master

 

di Laura Boccanera

I primi venti “europrogettatori” iniziano il loro cammino verso Bruxelles partendo da Civitanova. E’ stato inaugurato questa mattina negli spazi al piano terra della casa studenti anziani, il master di primo livello in Politiche programmi e progettazione europea. Il corso specialistico è il primo passo, non solo per gli studenti, ma anche per l’Università di Camerino che da questa mattina ufficialmente prende spazio a Civitanova dopo circa un anno di trattative. Un’eccellenza dal momento che tuttora l’Ateneo camerte è la prima università in Italia ad avere un dottorato di ricerca in europrogettazione. E la sensazione di essere davanti ad una partenza c’è tutta anche nelle parole del rettore Flavio Corradini: «Inizia una splendida avventura e Civitanova ha tutto ciò che serve per lanciare sul mercato nuove idee progettuali che si avvalgano delle risorse messe a disposizione dall’Europa – ha esordito il Rettore -ringraziamo l’Amministrazione comunale per questa opportunità, faremo grandi cose. Abbiamo scelto Civitanova perché qui c’è uno sviluppo sociale ed imprenditoriale che cresce in maniera significativa, ma è indispensabile dare al territorio anche un segnale europeo e avviare politiche comunitarie. I progetti   presentati dall’Italia sono tanti, non pochi come si vorrebbe far credere, ma il problema è che manca la governance ed è questo che provoca il più delle volte il mancato accoglimento dei progetti». Lo scopo del master infatti è quello di formare delle figure altamente specializzate con competenze in termini amministrativi, di diritto, di conoscenza delle politiche comunitarie, per agevolare progetti sul territorio ed elaborare idee che siano vincenti e efficaci. Competenze che potrebbero essere incanalate soprattutto verso il settore pubblico. «Noi lavoreremo a stretto contatto con la giunta per dare supporto alle idee e nuovo slancio alla città e alle sue imprese» conclude Corradini. Dopo l’abbandono di Civitanova da parte di Mediazione linguistica e l’accorpamento con l’ateneo di Macerata, l’amministrazione si era rivolta a Camerino, col progetto di virare dall’area umanistica verso quella tecnologica e con l’ambizione di diventare terreno di start up.  Gli studenti iscritti a questo primo Master sono 20 e arrivano da Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio.  «La collaborazione con Unicam ci riempie di orgoglio e soddisfazione – ha commentato il sindaco Tommaso Claudio Corvatta -. Grazie allo spessore dell’Ateneo e dei suoi docenti, possiamo finalmente proporre quanto di più adeguato e corrispondente al nostro territorio ci possa essere, guardando alla new economy e non più  alla cultura del passato. E penso a sviluppi concreti quali il restauro di beni architettonici e al nuovo braccio del porto da dove si potrà ricavare, sfruttando il moto ondoso, l’energia del futuro».  Il master si svolgerà in versione full time il venerdì e il sabato, in dieci moduli, fino al prossimo 23 gennaio 2016. Previsti  anche stage nelle aziende locali e visite alle sedi di Bruxelles e Strasburgo.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X