Fratelli d'Italia

Famiglia fugge in treno dall’Ucraina,
riceve un’auto all’arrivo a Treia

DONO - Alla festa del Patrono, l’autocarrozzeria Giganti ha regalato una vettura alla famiglia Kounon che così potrà trovare un minimo di normalità gestendo i propri movimenti in completa autonomia. Diversi profughi hanno preso parte alla cerimonia di San Patrizio, celebrata dal vescovo Nazzareno Marconi, che per l’occasione è stata tradotta in ucraino
- caricamento letture

 

La-consegna-della-vettura-alla-famiglia-ucraina-donata-dallautocarrozzeria-Giganti-alla-presenza-del-sindaco-Capponi-degli-assessori-Moretti-e-Sileoni

La consegna della vettura alla famiglia ucraina, donata dall’autocarrozzeria Giganti alla presenza del sindaco Capponi e degli assessori Moretti e Sileoni

Si muove la macchina della solidarietà a Treia, dove sono diversi i cittadini che stanno mettendo a disposizione i propri alloggi per le famiglie in arrivo dall’Ucraina, ma non solo. L’ultimo gesto in ordine di tempo è stato di Gianluca Giganti, proprietario dell’Autocarrozzeria Giganti di Treia che ha donato un’auto alla famiglia di Irina Kounon così da consentire una maggiore libertà di spostamento.

Alcuni-profughi-ucraini-hanno-preso-parte-dalla-cerimonia-per-la-festa-del-patrono-San-Patrizio-celebrata-dal-vescovo-Nazzareno-Marconi-e-tradotta-per-loccasione-anche-in-ucraino

Alcuni profughi ucraini hanno preso parte dalla cerimonia per la festa del patrono San Patrizio, celebrata dal vescovo Nazzareno Marconi e tradotta per l’occasione anche in ucraino

La vettura è stata consegnata il giorno della festa del patrono San Patrizio (ieri 17 marzo) in piazza della Repubblica alla famiglia composta da quattro persone che così potranno trovare un minimo di normalità gestendo i propri movimenti in completa autonomia. Sono, infatti, in possesso della regolare patente riconosciuta anche in Italia, ma sono fuggiti dall’Ucraina in treno per poi arrivare a Treia con un lungo viaggio, cambiando tanti mezzi. Presenti alla consegna dell’auto, oltre a Gianluca Giganti, anche il sindaco Franco Capponi, l’assessore ai servizi sociali Luana Moretti e l’assessore Tommaso Sileoni. «Da parte dell’Amministrazione un sentito grazie a Gianluca Giganti per questo gesto che risponde concretamente alla richiesta d’aiuto manifestata proprio dal Comune alla cittadinanza – ha detto il sindaco Franco Capponi – Abbiamo sollecitato la comunità a dare una mano, ognuno come può, e lui si è subito reso disponibile a regalare un’auto a questa famiglia che, in questo momento, ha difficoltà anche nella più semplice logistica non essendo indipendente». Proprio in occasione della festa del Patrono, alcuni dei profughi ucraini che sono stati accolti da Treia, hanno preso parte alla cerimonia tanto sentita dalla comunità, celebrata dal vescovo Nazzareno Marconi e tradotta per l’occasione anche in ucraino.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni = 1