«Parentopoli nelle nomine dei Cda
e Brini lavora a una civica per Ciarapica»

CIVITANOVA - Dall'opposizione parole di fuoco contro il sindaco per le scelte su Atac e Tdc: «Sta praticando la spartizione delle poltrone ai partiti con la mortificazione delle competenze, calpestate da logiche solo clientelari ed elettorali»
- caricamento letture

 

cda-tdc-

Il sindaco Fabrizio Ciarapica con i componenti del nuovo Cda dell’Azienda Teatri

 

«Parentopoli e lottizzazione partitica. Con Ciarapica avanza la peggiore politica». Così si esprimono sulle nomine dei Cda di Azienda teatri e Atac anticipate nei giorni scorsi da Cronache Maceratesi, i consiglieri comunali di opposizione Giulio Silenzi, Mirella Franco, Juri Rosati, Pier Paolo Rossi, Stefano Mei, Tommaso Corvatta, Marco Poeta e Stefano Ghio. «Le recenti nomine per il rinnovo dei Cda di Azienda Teatri e Atac smascherano un sindaco che si è presentato come un moralizzatore e che sta invece praticando la spartizione delle poltrone ai partiti con la mortificazione delle competenze, calpestate da logiche solo clientelari ed elettorali – si legge nella nota inviata dalla minoranza – L’apice di questo modo vecchio e insopportabile di amministrare è la geografia dei Cda delle aziende comunali appena rinnovati da Ciarapica. In quello dei Teatri la nuova presidente Francesca Peretti è parente della famiglia del sindaco e Sergio Bucosse è marito della consigliera comunale di destra Fabiola Polverini. A loro si aggiungono Michela Gattafoni (unica reduce del precedente Cda), Eros Maravalli già presidente di una società comunale, il mercato ittico, all’epoca dell’ex sindaco Mobili e poi Marco Perticarini, già destinatario di un incarico deliberato dalla giunta per il settore commercio. Nel Cda dell’Atac confermato presidente Massimo Belvederesi di Fratelli d’Italia, mentre torna a conquistare una poltrona Ottavio Brini, che sta lavorando alla costruzione di una lista civica in appoggio a Ciarapica alla prossime comunali. Tra i nuovi ingressi spunta Daniele Rossi nella carica di vice presidente, fratello della consigliera comunale di destra Monia Rossi. Confermate Milena Mercuri, figlia del consigliere comunale di destra Marino Mercuri, e l’avvocato Federica Bianchini. Nomine condizionate da tessere di partito e certificati anagrafici. Cugini, figli e fratelli di politici e sodali politici premiati dal sindaco in una sfacciata parentopoli, messa in atto senza alcuna vergogna da parte di Ciarapica e di tutta la sua amministrazione alle spalle di cittadini che continuano a lavorare per mantenere in piedi questo baraccone.

Atac, tornano Brini e Rossi «Due politici preferiti ai tecnici» Ufficializzato il nuovo cda dei TdC

Rinnovato il cda dell’Azienda teatri, presidente Francesca Peretti

Cambio nel cda Atac, Daniele Rossi di dimette

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X