Il prefetto chiede più controlli,
summit con sindaci e forze dell’ordine

MACERATA - Punto sull'emergenza oggi pomeriggio. Fondamentale il rispetto delle regole, occhi puntati sugli spostamenti dopo le 22. Sono 80 i ricoverati in provincia e 24 le persone nelle aree grigie dei pronto soccorso in attesa di trasferimento in un reparto ad hoc
- caricamento letture
prefetto-e1603994218460

Il prefetto di Macerata Flavio Ferdani

 

Summit da remoto in prefettura con sindaci, vertici forze dell’ordine e dirigente dell’Asur Marche. A presidere l’incontro il prefetto Flavio Ferdani. E’ stato fatto un quadro della situazione Covid. Il dirigente dell’Asur Marche ha riferito che in Area vasta 3 sono ricoverati più di 80 pazienti Covid  e ci sono al momento 24 pazienti nelle aree grigie del pronto soccorso in attesa di essere ricoverati. Ha poi evidenziato come resti costante il monitoraggio all’interno delle Rsa. In particolare ha sottolineato la necessità di un’ulteriore sensibilizzazione da parte dei sindaci nei confronti dei cittadini con riferimento a tutte quelle regole di condotta il cui rispetto è di fondamentale importanza in questo momento per contenere la diffusione del virus evidenziando la necessità che l’attenzione resti altissima per evitare che i posti in terapia intensiva e sub intensiva vadano ad esaurimento. Per questo, anche in relazione alle nuove misure introdotte dal Dpcm del 3 novembre scorso, il prefetto ha voluto sensibilizzare nuovamente le forze dell’ordine a svolgere, in stretta collaborazione con le polizie Locali, una scrupolosa attività di monitoraggio e controllo in tutte quelle zone interessate da forme di concentrazione di persone, vie, piazze, strade, centri commerciali, parchi commerciali e comunque nei luoghi interessati da fermate di mezzi pubblici. E’ stato chiesto inoltre di rafforzare i dispositivi di controllo del territorio specie nei fine settimana e di verificare che coloro che si spostano nella fascia oraria che va dalle 22 alle 5 del mattino siano muniti di apposita autocertificazione. Il prefetto ha ricordato ai sindaci che hanno la possibilità di intervenire con ordinanze per interdire strade e piazze anche attraverso un contingentamento degli accessi agli stessi al fine di assicurare, nel rispetto del principio di proporzionalità, l’adozione delle misure più idonee a contenere la diffusione del virus con il minor sacrificio possibile per i soggetti destinatari del provvedimento. Tra le più efficaci misure di prevenzione, ha evidenziato il prefetto, c’è la possibilità per il sindaco di disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico. Presenti all’incontro i primi cittadini di Macerata, Civitanova Potenza Picena, Recanati, Porto Recanati, Corridonia, Morrovalle, Montecosaro, Tolentino, Treia, Camerino, San Severino, Montecassiano, San Ginesio, Fiastra.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X