Orari degli esercizi commerciali
e competizioni sportive:
nuovo decreto della Regione

RIPARTENZA - Per i commercianti gli orari vanno dalle 6 fino alle 24. Ok alle competizioni di interesse locale e senza pubblico. Sì agli spostamenti in auto tra persone non conviventi. Le disposizioni in vigore da domani (25 giugno)
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
ceriscioli_univpm-4-e1589294469211-650x499

Il governatore Luca Ceriscioli

 

Orari di apertura degli esercizi commerciali, sport, uso di veicoli da parte di persone non conviventi sono al centro del nuovo decreto firmato oggi dal presidente della Regione, Luca Ceriscioli. Il decreto stabilisce che da domani (25 giugno), nelle Marche, l’orario di apertura e di chiusura degli esercizi commerciali va dalle 6 del mattino fino alle 24. L’apertura domenicale e festiva è libera. I sindaci, sentite le associazioni di categoria, in base alle esigenze di carattere turistico commerciale, ma sempre tenendo in debita considerazione la situazione epidemiologica sul loro territorio, possono limitare o implementare l’orario di apertura e chiusura giornaliera. Nei trenta giorni antecedenti i saldi di fine stagione (che per il 2020 iniziano il primo agosto), è possibile effettuare le vendite promozionali in deroga alla legge, in considerazione della particolare situazione di sofferenza economica del settore commercio. Lo stesso decreto stabilisce che, fatta salva la regolamentazione specifica relativa agli sport di contatto, sono consentiti da domani gli eventi e le competizioni sportive di interesse locale, laddove regolamentati dalle relative Federazioni Sportive, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva, svolti all’aperto e senza la presenza di pubblico. Sempre a partire da domani è consentito a due persone non conviventi di viaggiare insieme su un motoveicolo a condizione che entrambe le persone indossino un casco integrale o, in alternativa, una mascherina almeno chirurgica. È inoltre consentito utilizzare veicoli tra persone non conviventi purché siano rispettate le precauzioni previste per il trasporto non di linea e, in particolare: presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura; due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori; obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X