Alice ed Elia sposi in terrazza,
il primo sì ginesino post Covid

SAN GINESIO - Le nozze sono state celebrate dal sindaco Ciabocco fuori dal balcone della sede municipale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
alice_quassinti_elia_bruè_matrimonio_san-Ginesio-1-650x488

Alice Quassinti ed Elia Bruè

Alice ed Elia hanno pronunciato il loro “si “questa mattina e sono stati i primi a sposarsi con rito civile dopo l’emergenza Coronavirus.
Si sono adeguati alle nuove modalità che prevedono il distanziamento e la presenza di pochissimi partecipanti, ma l’emozione della loro unione non è stata affatto alterata.
Il matrimonio è stato celebrato dal sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco sulla splendida terrazza dell’attuale sede municipale (Ex Villa Giuffrè) che è stata allestita in maniera semplice, ma raffinata e soprattutto in perfetta armonia con la stupefacente veduta panoramica sui Monti Sibillini.
Ad Alice Quassinti ed Elia Bruè  i migliori auguri dell’amministrazione per una felice vita insieme.

alice_quassinti_elia_bruè_matrimonio_san-Ginesio-2-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X