Piscine, il Pd fa quadrato:
«Massima chiarezza e trasparenza
ma senza commissione d’inchiesta»

MACERATA - L'intervento del segretario cittadino Stefano Di Pietro sulla richiesta avanzata venerdì sera durante un’apposita riunione di maggioranza. Intanto l'amministrazione comunale prova a recuperare con un progetto che prevederebbe tre vasche a Fontescodella
- caricamento letture
PD_maggioranza_FF-7-650x571

Stefano Di Pietro

 

«Sulla questione della mancata realizzazione di un polo natatorio al servizio della città, che al momento risulta un vulnus nell’azione amministrativa, è opportuno fare il massimo della chiarezza e della trasparenza, non solo e non tanto a livello istituzionale e di consiglio comunale, ma per l’insieme della cittadinanza, che va informata con rapidità e precisione. E in primo luogo vanno chiariti il perché dei ritardi e il ruolo avuto nell’intera vicenda dall’amministrazione comunale, dall’università e dalla società Fontescodella spa». Sono le parole di Stefano Di Pietro, segretario del Pd a Macerata, sulla richiesta avanzata venerdì sera durante un’apposita riunione di maggioranza. E così mentre l’amministrazione sta pensando di recuperare con un progetto che prevede la realizzazione di due o tre vasche sempre a Fontescodella con i soldi del mutuo già accesso (circa 4 milioni) e i 700mila euro della transazione firmata con la Fontescodella spa, la maggioranza fa quadrato per cercare di fare chiarezza su quanto avvenuto in passato. «Ci ha fatto molto piacere – aggiunge – che la stessa sia stata condivisa da tutte le forze di maggioranza ed assunta in pieno dal sindaco e dagli amministratori, che si sono resi disponibili ad ogni chiarimento. In tal senso il Pd per quanto riguarda l’approfondimento a livello comunale, senza istituire apposite commissioni speciali, ritiene assolutamente adeguati e sufficienti gli strumenti a disposizione del Consiglio comunale e tra questi indica la I Commissione sugli affari istituzionali che, essendo tra l’altro presieduta da un esponente della minoranza, offre la piena obbiettività per l’approfondimento necessario». Una decisione che per Di Pietro sarebbe stato utile prendere in accordo tra maggioranza e minoranza.  «Inoltre, mentre si chiariscono adeguatamente tutti i passaggi che hanno portato alla situazione attuale – conclude il segretario dem – riteniamo necessario operare per la realizzazione delle piscine per Macerata nel più breve tempo possibile, favorendo un chiarimento con l’università e il suo coinvolgimento nell’operazione, utilizzando le risorse a disposizione comprese quelle recuperate con l’ultima transazione e operando nell’area già scelta per la collocazione delle nuove piscine. Come Partito Democratico, infine, siamo convinti che le modalità per la realizzazione delle piscine debbano essere pienamente condivise e decise con appositi atti a livello di Consiglio comunale, senza rallentare il percorso da seguire, ma rendendolo chiaro e partecipato».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X