Elezioni, Gismondi e Morresi
verso un’alleanza centrista

CIVITANOVA - Il leader della civica La Nuova Città ha incontrato lo staff del candidato Claudio Morresi. Ci sarebbero i presupposti per un accordo trasversale. Nicoletti: "Fase interlocutoria. Dialogo su numerosi punti di tangenza del programma"
- caricamento letture
consigliere-pero-gismondi-civitanova

Piero Gismondi La nuova città

 

di Laura Boccanera

Ancora non c’è l’ufficialità, ma ci sarebbe un accordo di massima fra la lista La nuova città di Piero Gismondi, attualmente nella maggioranza di Tommaso Corvatta, con il candidato sindaco Claudio Morresi di Insieme per Civitanova (centrodestra). L’area centrista di Morresi, Marinelli e Nicoletti ha attirato Gismondi, in questi mesi ago della bilancia, conteso da più parti, corteggiato anche dal candidato Ghio. Dopo che lo stesso Gismondi si era esposto, affermando che la candidatura di Corvatta non sarebbe stata vincente, facendo crollare il progetto di un centrosinistra unito, sulla scia delle elezioni del 2012, il colpo di scena.

presentazione-lista-claudio-morresi-civitanova-FDM-9-400x267

Claudio Morresi

L’incontro tra Gismondi e Nicoletti sarebbe infatti stato proficuo. Morresi non parla, Nicoletti parla di “fase interlocutoria e dialogo su numerosi punti di tangenza del programma”. L’ex assessore non si sbilancia, ma pare che un progetto trasversale centrista composto da due civiche potrebbe essere presto realtà. Una novità che se confermata potrebbe sbloccare l’impasse generata dall’immobilismo di questi mesi. Fatta eccezione per Fabrizio Ciarapica, da tempo candidato e che ha confermato di voler correre solo, il balletto degli incontri e delle alleanze era iniziato mostrando il corto circuito. Da un lato infatti Corvatta che vorrebbe proporre il bis, Gismondi che non era convinto di riconfermare l’appoggio al primo cittadino e il Pd osservatore silenzioso degli eventi che non ha un candidato da proporre, ma che non ufficializza ancora il sostegno a Corvatta. Con l’alleanza Gismondi-Morresi si libererebbe lo spazio per appoggiare il bis di Corvatta da parte dei democrat. Certo che gli ultimi mesi di mandato non si confermeranno facili per Corvatta che ha ormai in maggioranza pochi fedelissimi, col rischio concreto di non riuscire ad approvare il bilancio. Con Costamagna e De Vivo ormai fuori dalla maggioranza, la posizione di Rossi (lista Ghio) Gismondi e Dolci (La nuova città) è fondamentale per la prosecuzione dell’amministrazione e per il mantenimento della maggioranza». Non va meglio però dalle parti del centrodestra dove in Forza Italia ci sarebbe una lotta intestina con i vertici che vorrebbero riportare all’interno del partito i “vecchi” esponenti come Ottavio Brini e Giuseppe Baioni. Una decisione mal digerita dal coordinamento locale, da Giovanni Corallini e Consuelo Fortuna.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X