Sanità post sisma, la proposta di Ghio:
“Aumento temporaneo dei posti letto”

CIVITANOVA - Il candidato sindaco ha illustrato una serie di idee sul tema dopo il confronto con i sindacati
- caricamento letture

stefano-ghio-presentazione-lista-1-400x267
«Più posti letto a Civitanova dopo il sisma». La richiesta arriva dal candidato sindaco Stefano Ghio che dopo l’incontro con le rappresentanze sindacali dell’ospedale ha stilato una lista di priorità sul tema e avanzato la proposta di aumentare i posti letto, esigenza derivante dal maggior numero di persone che si sono riversate sulla costa a seguito del sisma. Ma nel ragionamento con i sindacati si parla anche di tagli, ospedale unico e pronto soccorso. «La scelta della sede a Campiglione dell’ospedale di Fermo come ospedale unico è stata fatta da una Regione governata anche da politici civitanovesi,  scelta che oggi rende politicamente debole il nostro territorio sul dibattito della  dislocazione della nuova struttura nell’ambito della Area Vasta 3. Il dibattito politico sull’ospedale unico dovrebbe comunque essere subordinato alla lotta per il mantenimento dei servizi esistenti. Preoccupa che l’ala nuova dell’ospedale non sia mai stata utilizzata e che gli utili di gestione vengano accantonati per la realizzazione degli ospedali unici quando  il pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova non viene messo in condizione di funzionare e ha  subito un ulteriore aggravio dopo il sisma che ha colpito l’entroterra marchigiano. Essendoci risorse e spazi perchè non aumentare temporaneamente i posti letto, in deroga alla normativa, per garantire un servizio  efficiente a tutti?».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X