Centro a piedi,
un passo indietro per i residenti

MACERATA - La Giunta ha presentato durante un'assemblea ai giardini Diaz le modifiche al piano di mobilità per andare incontro alle esigenze di coloro che abitano nel cuore della città. A loro sarà riservata la sosta in via Gramsci, posti gialli in via XX Settembre e via Domenico Ricci. Arrivano i permessi speciali: 42 euro per la sosta solo sugli spazi gialli, 82 euro per gialli e blu intorno alle mura, con 160 euro si aggiunge la possibilità di parcheggiare in struttura (Park Sì compreso qualora la delibera dovesse passare in Consiglio a fine luglio)
- caricamento letture
Carancini e giunta assemblea park sì _Foto LB (3)

La giunta ha presentato le novità del piano mobilità ieri durante un’assemblea pubblica

 

Carancini e giunta assemblea park sì _Foto LB (2)

Il sindaco Romano Carancini

di Claudio Ricci

foto di Lucrezia Benfatto

Via Gramsci riservata alla sosta esclusiva dei residenti, posti gialli in via XX Settembre e via Domenico Ricci e permessi speciali per il parcheggio sulle strisce blu intorno alle mura per chi vive in centro. La giunta rivede il piano di mobilità accogliendo parte delle richieste dei residenti del centro storico di Macerata. Le modifiche sono state presentate ieri sera nell’assemblea pubblica ai giardini Diaz davanti ad una platea (di circa un centinaio di persone) molto meno combattiva di quella che il sindaco ha affrontato nel primo incontro in Comune (leggi l’articolo).

assemblea park sì_Foto LB (12)

assemblea park sì_Foto LB (14)Dopo due giorni di confronti e revisioni la giunta ha trovato un compromesso per appianare le critiche (accese) e incontrare le osservazioni mosse dai cittadini del centro nel primo confronto. Troveranno posto in via Gramsci 22 stalli riservati ai residenti (come anticipato da Cronache Maceratesi), a questi si aggiungeranno quelli nelle vie adiacenti alla caserma dei carabineri e a palazzo Ricci. I permessi, che nel piano originario della giunta consentivano solo il transito, si divideranno in tre possibilità di tariffa annuale: 42 euro per la sosta solo sugli spazi gialli, 82 euro per spazi gialli e blu intorno alle mura, 160 euro per gialli, blu o parcheggi in struttura (Park Sì compreso qualora la delibera dovesse passare in Consiglio a fine luglio). Restano pedonalizzate al 100% piazza Oberdan e piazza Annessione (con i gialli spostati fuori dai cancelli ma il transito garantito su via Mozzi). In piazza Mazzini rimarranno posti blu a margine della piazza riservati ai residenti dopo le 20. Nei diversi spazi pedonalizzati verranno poi distribuiti gli 85 posti per disabili (rispetto ai 64 esistenti) previsti dal piano e «che dovranno essere concordati con le associazioni».

assemblea park sì_Foto LB (6)

assemblea park sì_Foto LB (1)Nulla cambia per piazza della Libertà «che resta completamente liberata dalle auto», spiega Carancini e per i commercianti che, dice il sindaco «potranno contare sulla sosta veloce in piazza Vittorio Veneto (25 posti a 2 euro l’ora o 50 centesimi per 30 minuti), o sulla struttura di via Mugnoz». Abbiamo ascoltato forti critiche e osservazioni – ha detto Carancini ai presenti – ci siamo confrontati con i consiglieri e per strada con le persone e abbiamo capito che l’impostazione non era completamente giusta. Per i residenti non ci saranno più una fase 1 e 2. Piuttosto che convincerli della bontà dell’operazione abbiamo staccato il sistema dei residenti dal sistema ParkSì. Vogliamo che si convincano da soli a fare le scelte in futuro, semmai l’operazione andrà in porto». Il primo cittadino annuncia novità anche sulle tariffe per il trasporto pubblico che verrà potenziato con una navetta  servizio del centro ogni 15, 18 minuti. «Stiamo lavorando ad un abbonamento al tpl che consenta di dimezzare i costi dell’abbonamento in struttura».

assemblea park sì_Foto LB (5)

Carancini e giunta assemblea park sì _Foto LB (1)

Da destra gli assessori Narciso Ricotta, Stefania Monteverde e il sindaco Romano Carancini

Persiste il dubbio sul divario tra il numero di posti disponibili in centro (314) e i permessi totali rilasciati dall’amministrazione (738). «Vale a dire – è il conteggio del sindaco – che un residente ha una possibilità su due di trovare posto in centro». A fronte però di 538 primi permessi (validi per due targhe) e 183 secondi permessi. Per quello che riguarda i controlli sulle auto che avranno accesso al centro Carancini annuncia: «Stiamo lavorando ad un’ipotesi in accordo con la polizia municipale e se dovesse andare in porto il controllo sarà più che rigido e garantito».

assemblea park sì_Foto LB (10)

assemblea park sì_Foto LB (13)Tutto passa sempre attraverso il riscatto della gestione del ParkSì. Una struttura ad oggi trascurata dalla spagnola Saba «che nel parcheggio rimette 70 mila euro» è la puntualizzazione del primo cittadino. Una struttura di cui Cm si era occupata in un’inchiesta confrontandola nella fruibilità giornaliera con altri parcheggi della città (leggi l’articolo). «Quanto ci costa? E perchè pagare quella cifra per un parcheggio in perdita?» E’ il reiterato dubbio dei maceratesi. «Al netto degli ammortamenti quel parcheggio vale oggi 3,2 milioni di euro – risponde Carancini – Cioè esattamente il doppio rispetto al valore di sostenibilità formulata da Apm di 1 milione e 550mila euro».

assemblea park sì_Foto LB (9)

assemblea park sì_Foto LB (6)
assemblea park sì_Foto LB (4)

assemblea park sì_Foto LB (11)

Seduto al centro il consigliere comunale dell’Udc Ivano Tacconi

assemblea park sì_Foto LB (7)

A sinistra Carla Messi e Roberto Cherubini, consiglieri comunali del M5S

assemblea park sì_Foto LB (5)

assemblea park sì_Foto LB (8)

Carancini e giunta assemblea park sì _Foto LB (7)
assemblea park sì_Foto LB (2)

assemblea park sì_Foto LB (3)

I consiglieri Paolo Manzi (Pd) con il presidente del Consiglio comunale Luciano Pantanetti, dietro Paola Ottaviani (Pd)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X