I costi energetici raddoppiano,
il Comune corre ai ripari

MONTECASSIANO - Il Consiglio comunale ha approvato una variazione di bilancio e del piano delle opere pubbliche. Il sindaco Catena: «Siamo stati costretti a dirottare 200 mila euro di avanzo previsti per gli investimenti sul capitolo utenze e fare dei tagli»
- caricamento letture
Sindaco-Leonardo-Catena-e1655802261623-325x206

Il sindaco Leonardo Catena

Il caro bollette colpisce anche il Comune di Montecassiano che deve far fronte al raddoppio delle spese per energia e gas. In consiglio comunale a Montecassiano ieri pomeriggio sono stati approvati diversi punti all’ordine del giorno tra cui una variazione di bilancio e del piano delle opere pubbliche.
La variazione di bilancio si è resa necessaria proprio alla luce del preoccupante aumento del costo dell’energia. I costi per l’energia elettrica sono aumentati di 123 mila euro, quelli per la pubblica illuminazione di 160 mila euro e quelli relativi al gas di 105 mila euro. Un incremento complessivo di circa 390 mila euro che fa passare il costo da 460 mila euro annui a 855 mila euro.
«Per coprire questo aumento – spiega il sindaco Leonardo Catena – siamo stati costretti a dirottare 200 mila euro di avanzo previsti per gli investimenti sul capitolo utenze e fare dei tagli. Questo aumento si aggiunge a quello che avevano già previsto nell’ assestamento di bilancio di luglio scorso e che si è rivelato non sufficiente. Oltre a questi allarmanti aumenti c’è stato anche un’una crescita significativa delle spese di gestione della casa di riposo, della mensa scolastica, dell’assistenza educativa scolastica e domiciliare e per gli interventi per i minori con difficoltà familiare per altri 200 mila euro. Un trend di crescita della spesa, a fronte di entrate costanti, che se protratto nel medio periodo non sarebbe più sostenibile. Di fronte a questo scenario finora abbiamo avuto dei trasferimenti finanziari dal governo di soli 100 mila euro».
Per quanto riguarda gli investimenti la variazione del piano opere pubbliche ha interessato i seguenti interventi:
lo slittamento al 2023 della manutenzione straordinaria di alcune vie della zona industriale Villa Mattei in quanto l’Amministrazione ha partecipato ad un bando regionale per il cofinanziamento ed è in attesa dell’esito;
il finanziamento per il rifacimento dell’illuminazione del campo di San Liberato;
l’inserimento a bilancio della somma di 2,5 milioni di € richiesta al Ministero dell’Interno per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico;
La previsione nel bilancio 2022 dei 300 mila euro necessari per i lavori sul terzo ponte del Vallato di Piane di Potenza (i lavori per il rifacimento degli altri due ponti sono in corso);
Lo slittamento al 2023 della riqualificazione dell’ex scuola di Vissani per la realizzazione di un asilo nido e un contro civico polifunzionale in quanto si attende conferma del cofinanziammo su fondi Pnrr (quest’anno sono iniziati i lavori di ristrutturazione del tetto);
Sono state poi approvate due varianti al Piano regolatore senza incremento di superfici e cubature edificabili.
Infine si è deliberato l’acquisto dei locali adiacenti alla Chiesa di Vallecascia già da tempo utilizzati in occasione delle elezioni come seggio elettorale e quale sede del Gas locale. I locali metteranno a disposizione della comunità e delle associazioni nuovi spazi civici.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X